Andrea Beggi

Upgrade your skills to match your machine.

Definizione di talento

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Mi chiedo come ci si sente quando non si ha più nulla da dimostrare.

Tags:

10 Commenti

Gatto Nero | #

Non esiste nessun diritto “di essere boriosi”, IMHO.
L’umilt rimane sempre la prima virt e la prima regola.
Anzi, ti dir di pi: proprio la mancanza di umilt che invalida tutti i suoi risultati…

Andrea Beggi | #

Mah, io non sono d’accordo, seguo il motociclismo da molti anni e un aggettivo che non userei per Rossi borioso. Biaggi lo era quando vinceva, Rossi, secondo me abbastanza equilibrato. Tieni conto della pressione che subisce questa gente…

Gatto Nero | #

Beh, chiaramente una questione soggettiva.
Nel senso che soggettiva la mia sensazione che Rossi sia un borioso.
Ecco, forse magari borioso non il termine esatto.
Forse sarebbe meglio definirlo “regazzino”, come direbbero a Roma…

Andrea Beggi | #

Sicuramente uno che sdrammatizza e prende le cose con ironia, alcuni ci vedono boria, io invece lo considero un personaggio positivo.

DElyMyth | #

Se dico che lo considero un folle? :)
A me sta simpatico comunque, e non mi pare che il suo atteggiamento sia di “boria”… piu’ che altro direi che si esalta come chiunque si esalterebbe vincendo.
Anche se vince sempre o quasi, non fa come se la cosa fosse piu’ che scontata, e questo secondo me e’ un pregio.

kOoLiNuS | #

forse non vi ricordate l’ UOMO che alla prima vittoria su Yamaha ad inizio stagione si e’ fermato, ha accostato la moto al muretto, le ha dato un bacio (virtuale) e si e’ messo a piangere dalla gioia e dal senso di liberazione.

Prego fornire altri esempi di umanita’ *in sport milionari*, grazie … altro che spocchia …

Andrea Beggi | #

@KOoLiNuS: ci credi che stata la prima immagine che mi venuta in mente, appena ho saputo della vittoria?

Dario de Judicibus | #

Nulla da dire sullo sportivo, ma un essere umano ha sempre qualcosa da dimostrare che va al di là del fatto di essere un campione o anche semplicemente bravo in un certo sport o mestiere. Deve dimostrare di saper essere una brava persona, una persona onesta, un buon padre piuttosto che un buon marito, una persona compassionevole piuttosto che una persona comprensiva. Non so se e quante di queste cose Rossi abbia già dimostrato, ma quello che c’è di bello della vita è che ci pone sempre nuove sfide e che c’è sempre qualcosa ancora da dimostrare.