Andrea Beggi

No one told you when to run, you missed the starting gun.

Prova di Microsoft Antispyware Beta

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Grazie ad Apock, ieri ho scaricato la beta del nuovo antispyware di Microsoft.
Il file pesa circa 6 mega, contrariamente a quanto sembra non è necessario far controllare la licenza di XP a Microsoft prima di procedere al download, basta rifiutare.
Le caratteristiche principali sono: la protezione in tempo reale, l’aggiornamento automatico e la completezza delle informazioni tecniche, superiore a tutti i prodotti gratuiti che ho visto sinora.
Il programma riunisce in sé le caratteristiche che fino ad oggi erano su prodotti diversi. Nello specifico trovate le funzioni di Spybot Search and Destroy, AdAware, HijackThis, CWShredder, SpywareBlaster e SpywareGuard. Per ciascuna delle aree coperte da questi, vengono fornite estese informazioni relative alle “minacce” trovate nel sistema. A dispetto dell’interfaccia minimalista, in realtà il programma offre un esteso set di funzioni ed è in grado di soddisfare anche l’utente più evoluto.
In particolare la gestione dei Browser Helper Object (BHO) è fatta molto bene, ed è particolarmente esaustiva.
Per adesso l’ho installato in un paio di PC e l’impressione che ne ho è buona. C’è da dire che sono miei PC, quindi sono macchine sostanziamente pulite, da vedere come si comporterà con programmi veramente tosti. Sicuramente nessuno meglio di Microsoft è in grado di dire quali sono gli ospiti indesiderati del nostro sistema operativo, grazie anche al solito set di API non documentate che si rifiuta di comunicare al mondo, e che quasi certamente vengono usate qui in gran quantità.
La protezione in tempo reale occupa circa 10 mega di ram, e se si rivelasse efficace mi sembra un ottimo compromesso.
Vorrei vedere lo stesso impegno per rendere nativamente più sicuri tutti i prodotti Microsoft, e voglio sperare che questo prodotto rimanga gratuito, visto che cura le magagne che la congenita vulnerabilità di Internet Explorer si porta dietro da anni.
Appena riesco a provarlo su un Pc disastrato vi faccio sapere come va veramente.
Adottate le normali precauzioni che si usano nel caso di programmi in beta e assicuratevi di sapere cosa state facendo mentre eliminate i files.

7 Commenti

settolo | #

come ha scritto apock, far pagare per il proprio OS vulnerabile, e poi far pagare ancora per renderlo un po’ pi sicuro, veramente grottesco. Direi inacettabile.

D0minique | #

Installato e testato su Windows 2003.
Problemi:
Si impalla su tapicfg.exe dicendo che infettato da CoolWebSearch.
Un falso positivo dovuto ad un Bug… lo stanno correggendo…

ginex | #

Scaricato ed installato Sabato 8.
Eseguita scansione con Adaware SE Pro : nessuna infezione
Eseguita scansione con Spybot : nessuna infezione
Eseguita scansione con Microsoft Spyware : 3 infezioni rilevate. ( Ed effettivamente sapevo che c’erano ma non ero riuscite a toglierle prima e non avevo voglia di rimuovere chiavi di registro….)
Disinstallato Adaware e Spybot….

Andrea Beggi | #

@ginex: secondo me faresti bene a tenere tutti e tre: come al solito non sono perfettamente sovrapponibili….

filloweb | #

Con FireFox purtroppo non sono riuscito a far partire il download….