Andrea Beggi

Don't get it wrong just when you could've got it right.

Accesso agli Autogrill

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Questa vicenda di Autogrill mi ha fatto pensare un po’ e mi sono rimaste un po’ di questioni irrisolte. Intanto, pare che l’accesso ai locali dall’esterno dell’autostrada sia vietato dalle stesse leggi che ne consentono l’apertura 24/7, in deroga agli orari che i normali locali pubblici sono tenuti ad osservare. Quindi il responsabile del divieto non è Autogrill.
D’altra parte dovrebbe essere Autogrill ad assicurarsi che l’accesso sia consentito solo agli addetti, ad esempio mettendo cancelli con serrature funzionanti; e questo anche per questioni di sicurezza, a mio parere.
In merito alla raccomandata ricevuta da Altervista: io non ho visto il sito “prima”, non so se è veramente possibile che fosse scambiato per un sito ufficiale. Credo che in questi casi si dovrebbe ragionare come per l’acquisto dei beni. Mi spiego: se compro un presunto Rolex da una bancarella pagandolo 30 euro, nessun giudice sarà disposto a credermi qualora io ritenessi di essere stato truffato. Allo stesso modo, non posso pensare che un sito istituzionale di una azienda di quelle dimensioni non abbia un nome a dominio che almeno ricordi la sua ragione sociale. A prescindere dalla fattura del sito stesso, che comunque dovrebbe fornire altri indizi.
Inoltre come ci si deve comportare in merito alla pubblicazione di informazioni “delicate”? Se domani scopro un metodo per sintetizzare un gas letale utilizzando materiale reperibile in commercio, lo scrivo? E se lo scrivo, sono perseguibile? Oppure è giusto che lo scriva per fare sì che si prendano provvedimenti, ad esempio modificando la composizione di uno degli elementi?
Quest’ultima questione si ripropone tale e quale per la sicurezza del software: in questo caso l’opinione che prevale è quella che la pubblicazione delle informazioni debba essere fatta, cosa che mi trova d’accordo.
Ma se un po’ di quattordicenni trovano il sito, e domani decidono di andare a giocare a pallavolo sulla A7? Di nuovo: sarebbe meglio che i cancelli fossero sotto chiave, almeno la questione non si porrebbe neppure.

Tags:

11 Commenti

Tambu | #

beh, come correttamente riportato in una delle segnalazioni, e come credo saprai anche tu :), l’autogrill di piani di Ivrea accessibile dall’aurelia. anzi, c’ un PARCHEGGIO che invita caldamente a fermarsi per rifocillarsi al medesimo. pi di cos… :)

Andrea Beggi | #

@Tambu: si lo so… Evidentemente quell’autogrill ha qualcosa di diverso, altrimenti non ci sarebbe stata la polemica.

uzi | #

se vietato l’accesso dovrebbero mettere un cartello, e non vietare lo scambio d’ informazioni stradali.

Maxime | #

Paradossalmente, se non ci fosse chi scrive virus, trojan e hackeraggi vari per bucare i sistemi operativi, non ci sarebbe nemmeno la possibilit di renderli pi sicuri.

Kekule | #

Un bambino si getta dal sesto piano col mantello di Superman.
stata la televisione, o le violenze psicologiche?
“No, ma comunque la tv ha fatto la sua paaaaaarteee…”.
S come no, eh hai voja!

william | #

Salvo sono (anzi ero) il webmaster di autogrill.altervista.org
il sito non assomigliava assolutamente a un sito ufficiale,
c’era solo il marchietto autogrill con di fianco la dicitura “la guida alternativa: una pessima idea di William Bottin”. Il sito poi non era che un semplice guestbook in cui tutti scrivevano quello che gli pareva. Le informazioni sono ora raccolte nel mio blog: http://www.bottin.it/index.php?p=138

L’esempio dei quattordicenni che vanno in A7 a giocare mi pare poco appropriato: se si vuole entrare a piedi in un autostrada molto pi semplice accedervi scavalcando la recinzione piuttosto che fare chilometri di strade nascoste per arrivare ad un autogrill.

Andrea Beggi | #

@William, grazie del commento e delle precisazioni. Non so se si capito dal post, ma penso che dalla parte della ragione ci sia tu. La responsabilit di Autogrill di non controllare adeguatamente gli accessi che dovrebbero essere vietati. L’esempio dei ragazzini volutamente esagerato ed in ogni caso non me ne veniva in mente un’altro, al momento. :D

Fabio | #

arrivo sempre in ritardo… di questo sito non ne conoscevo l’esistenza….!
L’autore, a mio modo è un genio! Per non parlare poi del ragazzino sul triciclo a mo’ di Shining! Fantastico!
Peccato, perchè conosco il modo per arrivare all’area di servizio “Campora” A7 tra Bolzaneto e Busalla direzione Milano. Beh.. non è un gran segreto, in zona conoscono tutti la strada. Viene utilizzata tra l’altro dal personale che lavora all’Autogrill, e c’è un cancello aperto, ma in effetti anche un cartello ammonitore.
Secondo me non serve mettere sotto chiave gli accessi, che cambia se c’è un lucchetto e io arrivo con un tronchese e lo faccio saltare ? Certo, aumenta forse “la gravita del reato”… ma se uno vuole entrare entra cmq.
E’ invece importante secondo me che sia palese il divieto… poi se uno lo viola.. beh… voglio dire… ciascuno è responsabile delle proprie azioni. Anche imboccare l’autostrada contromano è vietato… non è che possiamo mettere un omino ad ogni casello a controllare.
Semplicemente se ti beccano ti fanno il braso, ed è giusto chiaramente. Certo sono due cose ben diverse è chiaro. Cmq sia, il comportamento di autogrill è assolutamente inqualificabile; non capisco con quali strumenti legali avrebbe potuto chiudere il sito… bah… “istigazione all’accesso non autorizzato alle aree di servizio” ?! Oddio.. in Italia… forse si.
Sapete cosa mi ricorda sta faccenda ?
Quando ero ragazzino (pochi anni fa) , con i miei compagni di scorribanda… dopo serate all’insegna di fiumi di Birra e ogni sorta di alcolici, alle 4 del mattino, con tutti i locali chiusi… si andava tutti in gruppo a prendere l’ultimo colpo, nell’unico locale aperto della zona… ehm.. area servizio La Campora! E mica si andava a Bolzaneto a prendere l’autostrada!!! :-D
P.s : Andrea… indirettamente ne sai qcosa delle mie serate :-D (scusa ancora)

Fabs | #

Beh, per i divieti, insieme a motivi del tutto secondari come la concorrenza agli esercizi che la notte chiudono, ci sono anche motivi piu’ seri come il cambio di auto fra autostrada e strade normali, classico per rapine, rapimenti, attentati…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>