Andrea Beggi

If I have seen further it is by standing on the shoulders of giants.

Episodio III – La vendetta dei Sith

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Ieri sera ho visto “Episodio III – La vendetta dei Sith”. Personalmente l’ho trovato il migliore della trilogia “nuova”. Molta azione, poca politica, poche storie d’amore, zero concessioni a robe per bambini o scene pretestuosamente brillanti. Esattamente ciò che ci si aspettava dal film, che per questo piace molto agli appassionati della saga, e meno agli spettatori generici, che cercano approfondimenti psicologici o particolari spessori nei personaggi.
L’episodio doveva sciogliere tutti i nodi e dare coerenza alle macrotrame tra le due epoche, e secondo me ci è riuscito abbastanza bene. Tutto il film è attraversato da una vena di tristezza e angoscia, che culmina nel finale in cui l’impero dei malvagi trionfa ed i buoni sono costretti all’esilio.
Il numero degli effetti speciali è altissimo, pare più dei due film precedenti messi assieme, e la qualità delle animazioni è talmente elevata da far dimenticare che tutti i personaggi non umani sono frutto di computer grafica.
Impressionanti le numerose sequenze di primi piani al maestro Joda, che non tradiscono l’origine “sintetica” del personaggio, ma danno una sensazione di realtà difficile da descrivere.
Come dicevo, è inutile cercare in questo film cose che non ci possono essere per forza di cose, considerando che è un episodio “di servizio” la riuscita è fin troppo buona.
In definitiva una gioia per gli occhi degli appassionati, per gli altri forse è meglio un altro tipo di film.
Meno buoni i dialoghi in qualche circostanza, ma sospetto sia a causa di una traduzione affrettata, vedremo sul DVD in lingua originale.

3 Commenti

Jer | #

Sono daccordissimo con te: della nuova trilogia e’ sicuramente l’episodio migliore.

Inoltre la scena finale in cui Darth Vader (o Lord Fener che dir si voglia) indossa la maschera per la prima volta, e si sente il classico respiro… beh, a me personalmente e’ valsa tutto il prezzo del biglietto.

E poi… Yoda e’ sempre il numero 1! 😀

Tambu | #

non sono molto d’accordo. Ci sono delle forzature macroscopiche e anche alcune ingenuit che i difensori a spada tratta riducono adducendo il fatto che una saga fiabesca e non rigorosamente fantascientifica. Il buon Spassky ne ha fatto una buona analisi sul suo blog, ma io mi pongo a met strada. Quando l’ho visto io ho notato in giro parecchie facce annoiate, un paio dormivano proprio; per… PERO’ sono bastati 4 minuti di scene “di raccordo” con la triologia classica, coi pupi che vanno nei pianeti natali e alcune risposte frettolose ai quesiti dei fan pi attenti, e tutti in sala magicamente si sono convinti che il film fosse bello (testuale “aaahh si, ora quadra tutto..”), pacche sulle spalle e tarallucci e vino 😉

Drino | #

mmmmmm tu non vuoi dello spaccacervelli!!