Andrea Beggi

Puoi fare quasi qualunque cosa, per 30 secondi.

Un cavaliere in mezzo a N dame…

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Proprio di fronte alla porta del mio ufficio, stesso piano, c’è un parrucchiere da donna. Come molti altri, taglia i capelli anche agli uomini. Ero riluttante, ma alla fine la mia pigrizia ha vinto. In effetti è molto comodo: mi chiamano quando si libera il posto, non devo aspettare.
Epperò.
Tutte le volte mi trovo in mezzo ad una decina di donne di tutte le età, impegnate in quello che sembra il loro sport preferito: la chiacchera da parrucchiera, appunto. Già mi sento a disagio perché sono l’unico uomo in questa specie di gineceo, in più sono senza occhiali.
Gli occhiali sono la prima cosa che metto quando mi alzo dal letto e l’ultima che tolgo. Sono miope, senza non vedo nulla, non capisco neppure se qualcuno si stia rivolgendo a me, non vedo il suo sguardo.
Io, là in mezzo, mi sento come se fossi nudo.
Ecco.

9 Commenti

senera | #

allora sai come mi sento anch’io 😉
[non sopporto proprio le chiacchiere da parrucchiere. forse e’ per questo che non ci vado mai]

l'esorciccio | #

stesso problema: forte miopia, senza occhiali vedo solo un sacco di ombre, e se qualcuno mi si rivolge senza chiamarmi prima per nome probabilmente gli devo sembrare sordo o scemo.
(ma tanto i capelli me li taglio da solo con la macchinetta)

superbirra | #

A Natale vi regalo a tutti una bella confezione di lenti a contatto morbide. In una confezione ce ne sono generalmente 30, diviso due (se siete terrestri ed avete due occhi – ciclopi esclusi) ne avete a disposizione un set da 15, che potete mettere per mezz’ora prima di entrare dal parrucchiere. Considerata anche la crescita media dei capelli di un maschio bianco sano, equivalente ad 12 mm al mese, potete andate dal parrucchiere per un anno intero una volta al mese, ed avere lo stesso sguardo da falchi che avete con gli occhiali, potrete tacitare chiunque con il vostro sguardo, potrete mostrare il vostro disappuno alle megere che becerano, potete guardare le shampiste (se sono bbbbuone!) e soprattutto potrete apprezzare il fatto che vi potete ammirare allo specchio che davanti a voi.

in quanto a me:

ho pochissimi capelli
vado da un parrucchiere alla moda perch fa figo
ho scelto questo parrucchiere in base alle qualit fisiche delle shampiste
Il massagggio durante lo shampo eccellente
il parrucchiere ha la porsche cayenne
mi faccio fare sempre due shampi, uno prima del taglio, ed uuno dopo perche non voglio andare via con il minimo residuo addosso.

per concludere, nonostante porti gli occhiali da una vita, sono contento di non portarli dal parrucchiere, almeno non vedo quello stronzo vestito come me che mi guarda da quello specchio….

bob | #

sarebbe una fonte di curiosit
incredibile anche da miopi
mi fa un effetto soporifero
il parucchiere da donne
mi ipnotizza
quasi quasi ci vado anch io

come stare nella tana del lupo
e capire tutti i retroscena e poi pensare che nn ce ne fotte niente

pero una cosa antica

un mito

achille tra le donne

Barbara | #

Anche io odio la chiacchiera da Parrucchiere,
unica soluzione recarsi in uno di quei franchasing
anonimi in cui difficile due si conoscano ( qui dove
vivo del resto non ho opzioni molto diverse che
i parrucchieri dentro i centri commerciali )

tallist | #

scusate ma io di parrucchieri non m’intendo.

Ma st pezzo m’ piaciuto. Il finale di pi.

palmasco | #

Non ho capito bene, stai dicendo che il parrucchiere è un ambiente autoreferenziale e di contenuti del tutto effimeri?
Devono sicuramente avere un blog. Magari ci dai l’url 🙂

Fabio | #

e bravo… parrucchiere per signore eh ?!!!
🙂 chissà quante ne hai/avrai sentite.
Anche io sono orbo come una talpa e avevo le stesse sensazioni dal parrucchiere, non portavo ancora le lenti a contatto.
Poi mi sono dato al fai da te… macchinetta e gran pelata in estate, tappeto inglese in inverno.
Notevole i contorsionismi per rifinire il posteriore, dal collo:
doppio specchio , uno in mano e uno appeso al muro per vedere il retro-caveza, rasoio nell’altra…
chiaramente il tutto fatto con lenti a contatto, e già il coefficiente di difficoltà è alto!
Consiglio di rifinire collo e basette con il rasoio tradizionale prima di iniziare, col capello ancora lungo e non alla fine, perchè col capello lungo il contrasto capello/pelle è molto più evidente ed è un po’ più semplice tagliare fino alla giusta altezza da ambo i lati e andare dritti…