Andrea Beggi

Emancipate yourself from mental slavery.

Lost: parliamone

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Attenzione! Spoiler, leggi a tuo rischio e pericolo.

E’ da un po’ di tempo che sono scettico sulle sorti di Lost. Non credo vedremo mai le spiegazioni ai millemila misteri introdotti a palate ogni puntata. Non si capisce se è una situazione creata deliberatamente dagli autori e prevista fin da principio, oppure degenerata dall’illusione che “drogare” ogni puntata con nuove domande avrebbe tenuto il pubblico incollato alla serie. La realtà, confermata anche dagli allarmanti dati di audience, è che i fan della prima ora sono stanchi di domande senza risposte, mentre è sempre più difficile acquisire nuovi spettatori, vista la complessità della trama. Neppure chi, come me, segue da sempre si ricorda tutti gli interrogativi mai risolti.
Tanto per rendervene conto: andate qui, ce ne sono 50; di molti non mi ricordavo neppure e l’articolo risale al 13 novembre.
Senza contare le cose assolutamente non plausibili: 40 persone intrappolate così, e mai nessuno che parli, si chieda, si confronti. Tutti nascondono pezzi di informazioni agli altri.
Verso la fine della seconda serie i nostri vengono fortunosamente in possesso della barca di Desmond, presumibilmente adatta alle lunghe percorrenze. Nessuno si sogna di controllare se ci siano a bordo apparecchi radio, GPS, transponder o simili, ma la cosa più incredibile è che nessuno, nemmeno uno degli schiavi sconosciuti comandati a bacchetta dai personaggi principali della serie, si ribella all’idea che Sayd usi la barca per cercare di recuperare un gruppetto di palloni gonfiati andati in cerca di uno che li ha presi tutti per i fondelli, invece di caricare acqua e provviste a bordo e scappare il più lontano possibile in cerca di aiuto.
L’ultima puntata: Locke, interrogato sulle sorti di Eko dice “L’ha ucciso l’isola.” Cosa? Brutto mentecatto, se non mi spieghi tutto per filo e per segno ti riempo di mazzate, altro che isola! E questi? No! Si guardano come una mucca che vede passare il treno.
E questi sono solo due esempi, ma potrei citare centinaia di situazioni in cui mi sono cadute le braccia.
Adesso Macubu segnala un articolo, che condivido completamente. E mi dispiace dover essere d’accordo. Una volta seguivo la serie con molto più interesse, adesso il mio coinvolgimento sta scemando visto il calo di qualità che continua inesorabile. Prepariamoci ad una fine ingloriosa. (“The show has been pulled from its schedule, the network says the show will return later in the season.” Certo, come no? Ci crediamo tutti.).
Spero di sbagliarmi.

(Ne parla anche Federico.)

25 Commenti

Emanuele | #

Purtroppo, dopo aver visto l’ottavo episodio, non posso che essere d’accordo con te. In fondo in fondo però spero sempre che gli autori abbiano un colpo di genio e riescano ad aggiustare tutto davanti ai nostro occhi.

LG | #

Io l’ho abbandonato a metà della prima stagione. Non dovrei parlarne. Subodoravo e non avevo voglia. Però nelle ultime settimane ci sono ondate di lamentele, l’ultima puntata andata in onda in USA ha floppato miseramente. Tira la corda, tira la corda e magari qualcuno si mette a guardare qualcosa che non è solo un saggiucolo di sceneggiatura televisiva (insomma, mia opinione, chi ci piace tiene sue ragioni).
(io consiglio the wire, per tutta la vita. è tutt’altra cosa, roba poliziesca ma spettacolare. E’ quello che mi ha fatto abbandonare lost…) ciao.

Max | #

mah, io ho visto solo una specie di “riassunto delle puntate precedenti” che e’ andato in onda un paio di settimane fa, alla fine di Desperate ed a sorpresa, pure…

Non mi e’ dispiaciuto e, devo dire, mi ha intrigato al punto che la scorsa settimana ho registrato la puntata non potendola vedere…

Bisogna anche ammettere che lo stile della puntata er: ti faccio vedere 2 cose che cosi poi mi segui…

Stasera provero’ a guardarlo (moglie permettendo) e poi decido…

Ciao !

P|xeL | #

Fortuna che la tv non mi attrae… ma ho amici talmente *persi* che hanno rivisto le prime serie svariate volte per cogliere ogni minimo particolare…! 😮
Ciao,
P|xeL

Lukather | #

Beh l’ultima puntata mi è piaciuta molto. Effettivamente anche io mi incazzo quando gli isolani non si pongono delle domande, non chiedono, non fanno quello che una persona ‘normale’ farebbe…ultimamente è tutto un po troppo forzato.
Vediamo stasera che succede, secondo i trailer dovrebbero svelare tre misteri. Speriamo.

Lawrence Oluyede | #

concordo sul fatto che Lost è perso, ci sono fin troppi interrogativi che dalla prima serie non sono stati affatto spiegati (alcuni totalmente ignorati). Nella terza serie si aggiunge solo carne al fuoco, ma non si spiega nulla. Inoltre comincia ad annoiarmi questa serie 🙁

Keper | #

Che dire Andrea, vorrei che tu non avessi ragione, vorrei che la serie rimanesse con lo spirito della prima stagione.
Non è così, ma in qualche modo io continuo ad essere attratto da questa finzione perché in qualche modo mi attrae visceralmente.
Siamo solo alla 8° puntata della terza stagione e penso che a questo punto debbano mettersi in riga, anche perché il rischio è di perdere anche chi ne è affezionato.
Diciamo che non hanno iniziato bene, la speranza è che continuino migliorando.

Per quel che riguarda i dialoghi, direi che sono sempre stati deficitari, ci manca solo che Locke guardi la telecamera e dica “Questo non lo posso ancora svelare!”.

Non ho capito la frase in inglese puoi tradurla, please?

Keper | #

Un consiglio?
Provate Heroes, per chi apprezza anche lontanamente X-man può diventare una scoperta.

Maxime | #

Concordo sul fatto che la qualità della “droga” ultimamente sia pessima. Tuttavia da “tossicodipendente” non riesco a farne a meno, e continuo a “farmi” le puntate nella speranza che qualcosa inizi ad essere svelato. Ma immagino che fino alla fine della quarta stagione continueremo ad accumulare quesiti senza risposta, per poi andare al cinema e scoprire tutto insieme. Sinceramente penso che questa terza stagione sia solo qualcosa di imprevisto e di creato ad hoc per motivi commerciali e che non vada a parare da nessuna parte (ad esempio quest’ultimo episodio è stato totalmente inutile, e me ne frego altamente dei viaggi nel tempo e della storia d’amore di Desmond e a questo punto me ne frego altamente anche della sorte di Charlie), ma penso e spero anche che quello che verrà dopo sarà bellissimo e sconvolgente.

Maxime | #

Keper: a proposito di droghe, io attualmente sto seguendo sia Heroes che Jericho (oltre a Lost e Desperate Housewives). Tanto per dimostrare che se entri nel tunnel dei telefilm americani, poi non riesci più a porti un limite… 😉

Simone | #

E vabbè, mica guardo una serie per come risolve tutti i misteri. Altrimenti mi guardo Desperate (ops, già lo guardo..) oppure Csi. Molte cose sono belle perchè rimangono misteriose. Certo ora il gusto delle prime puntate è un po’ svanito, però è sempre uno dei miei momenti preferiti della settimana da serial-dipendente (insieme a Heroes e Battlestar Galactica).

Keper | #

In effetti come droghe siamo messi malino:
Jericho sto finendo di sottotitolarlo rippandolo a modo mio* ne ho visto solo la prima puntata, sembra carino.
Peccato per Six Degree, ma sono fermi alla puntata 6 e non ho voglia di sclerare per aspettare.
Battlestar Galactica me lo passeranno a breve e non l’ho mai visto, penso sia una pheegata** e mi aspettano 3 stagioni WOW***
Le casalinghe non mi hanno mai ispirato.
Incomincio anche Super Natural tra poco e forse Criminal Minds.

Penso di essere un tossico senza speranze.

* Gli italiani rippano divx da 1000 kbit mantenendo lo stesso frame rate e aggiungendo i sottotitoli. Si perde in qualità, io rippo a 1500 kbit (8 puntate per DVD)
** Copyright di numerozero (http://www.numerozero.com)
*** Non è pubblicità a Vista.

neon | #

Io fortunatamente mi sono salvato alla conclusione della prima serie. Dopo aver visto l’ultima puntata ho intuito l’andazzo ed ho abbandonato tutto.

Post come questo mi salvano dalla tentazione di ricominciare a seguirlo 🙂

silentman | #

Spero che non vada a finire così.
E spero che non si stufino gli attori, prima degli spettatori…

sephi | #

A me l’ultimo episodio e’ piaciuto molto… Desmond e’ un personaggio che mi piace parecchio, geniale il flash-back su Desmond (back in tutti i sensi tra l’altro)… Cmq era ora che si concentrassero sugli altri naufraghi. Direi che la serie si e’ ripresa bene.

PS
imho battlestar galactica merita

PaulTheWineGuy | #

Vedendo l’ultima puntata, ho ancora un barlume di speranza per un “finale” decente.
Vedremo, tanto seguire una puntata a settimana non richiede molto, no?

alessio jacona "yoriah" | #

analisi lucida, spietata e, con un pizzico di malinconia perchè lost piaceva molto anche a me, assolutamente condivisibile.

Gesu` | #

Sono d’accordo quasi su tutto, ciò che non condivido è il calo di qualità: a mio avviso quella è sempre agli stessi livelli, il problema è che ogni puntata sembra non abbia mai nulla di nuovo da dire, sì magari per quei quaranta minuti ti godi lo spettacolo ma dopo ti senti fregato. Più d’uno dice che l’errore è in chi guarda, e sta nel cercare continuamente risposte, peccato però che non si possa non farlo, se vengono poste domande su domande. Insomma questi qui mica sono Lynch, che può non darti risposte ma alla fine ti chiedi pure se t’abbia fatto delle domande…

Gli sceneggiatori di Lost dovrebbero iniziare a dare qualche spiegazione, almeno quelle minori, lasciando in quadro generale avvolto nell’ombra, invece nemmeno questo fanno, e tutti i misteri presenti nella prima puntata sono ancora lì… senza contare come hanno ridotto Locke e Charlie… insomma dovrebbero prendere un po’ di esempio da Prison Break…

Bah, al momento molto meglio Heroes, non è al livello del miglior Lost e copia spudoratamente da Xmen, ma almeno ad ogni puntata non hai la sensazione di esser stato fregato… 🙂

Muttley | #

Noto con piacere di non essere l’unico “serial dipendente”… Su Lost c’è tanto da dire, la cosa che più lo frammenta è il fatto che non è seguito sempre dallo stesso autore, come sappiamo J.J. Abrams tende a dilungarsi un pò troppo (all’inizio si vociferava che lost dovesse durare almeno 7 stagioni, speriamo di no) e spesso segue altre produzioni…
Le serie che seguo sono
– Jericho, ambientato in un mondo postatomico, dove ancora non si capisce bene perchè siano scoppiate ste bombe;
– Heroes, ottima fotografia, riprese spettacolari, poteri un pò scontati dei protagonisti, ma per chi è appassionato di fumetti è un piacere…
– Prison Break, finalmente Micheal e il fratello sono scappati, ma fuori la vita non è facile, tutti che corrono dietro a tutti.. ^_^

Daniele Salamina | #

Ho visto tutta la seconda serie in inglese.
Sono rimasto come un fesso alla fine della seconda come alla fine della prima. Io ho chiuso con Lost… la terza serie non la vedrò mai! 😉

Ulisse31 | #

@ Neon: ti quoto 😉
Questa è proprio la cosa che non mi è mai piaciuta delle serie (anche e soprattutto a fumetti) americane: se vende si tira la corda all’infinito… io però sono refrattario (però non immune, purtroppo) a questa cosa >:P

macubu | #

Guardi, dottore: Lost ce lo guardiamo così, con comodo perché è un vecchio amico che non ci sentiamo di abbandonare. Però francamente io le consiglio Brothers & sisters
Io son diventato super dipendente!

Sonia | #

Personalmente io credo che Lost non sarebbe così magnetico se non fosse misterioso…anch’io mi arrabbio da morire quando non capisco un cacchio alla fine della puntata ma continua a crescere sempre di più l’ansia che mi attacca allo schermo la settimana dopo…percui penso che Lost sia fatto così e i veri amanti di Lost(come me)dovrebbero accettarlo per com’è…tanto alla fine che ci importa…è solo un telefilm!!