Andrea Beggi

When it is dark enough, you can see the stars.

Lnksn chudqsdmsd

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Rdbnmcn ld gz rdmrn, hmudbd..

16 Commenti

Biagio | #

OTQD RDBNMCN LD 🙂

PS: “hmudbe” non doveva essere “hmudbd”?

anton de martini "archeopterix" | #

riivin v zrzr fr yv snppvnzb fbyb cre tvbpb r aba cre trarener genssvpb.
Non ho linkato infatto 😛

Davide Salerno | #

Secondo me mancano tutte le “h” davanti al verbo avere.

Ok che la grammatica non conta… però fino ad un certo punto!!!

jgasd kljlk wefou adfgasfg sadfgadfg

Andrea | #

Biagio, grazie ho corretto. Davide non so cosa hai letto, mah.
Appena ho tempo traduco gli altri….

Massimo | #

RHLOZSHBN!!!

Luigi Cefariello | #

Andrea usa un metodo diverso…Ecco a voi la traduzione

“secondo me ha scoso invece..”

Ma scusami non ci manca una S ???

Davide Salerno | #

Scusate ma io ero estremamente convito che fossero sillabe sparate a cavolo… ma c’è anche una traduzione? No sto parlando seriamente…

Davide Salerno | #

Ok ora ho capito più o meno…

Certo che come dicono da queste parti bisogna avere un c***o da farci durante il giorno per studiare una cosa del genere.

Stefano Epifani | #

…ho creato dei mostri… argh…

dilfep qfsepop!!
chiedo perdono!!

Biagio | #

[…]bisogna avere un c***o da farci durante il giorno per studiare una cosa del genere.

Cesare (Giulio) aveva, evidentemente, un c***o da fare durante il giorno 😉
Qui, ad ogni modo, c’è un cifrario di Cesare in javascript: usando la cifra -1 o 1 può essere usato, rispettivamente, per crittare e decrittare gli “oscuri” messaggi di questo post.