Andrea Beggi

Run when you can, walk if you have to, crawl if you must; just never give up.

N95, fine delle trasmissioni

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Sono arrivato alla fine del periodo di prova dell’N95, ed è tempo di stilare un bilancio della mia esperienza.

Partiamo dal dato di fatto che N95 è un gran bel pezzo di hardware, e proprio per le sue caratteristiche di fascia alta, deve essere giudicato con un metro più rigoroso rispetto ad altri prodotti. Nokia aspira ad andare al di là del concetto di telefono cellulare, per raggiungere quello di “computer personale multimediale mobile”, e N95 rappresenta una specie di prototipo per le generazioni future di oggetti di questa classe.

Diciamo subito che ci sono alcuni aspetti che dovrebbero essere migliorati: l’autonomia, la velocità, il GPS, il client DHCP, ma soprattutto la tastiera.

Per tutto il tempo, ogni singolo secondo che ho avuto in mano questo telefono, ho sentito la mancanza di una tastiera QWERTY. Ho usato lungamente un P900 ed un Treo 650 che ho tuttora, e la tastiera “vera”(*) è una cosa a cui non riesco a rinunciare.

Ed è ancora più frustante, viste le grandi capacità applicative e di connessione dell’N95. Veramente non riesco a capire come sia stato possibile concepire una Ferrari con le ruote da carrello di supermercato. Sarò anche blogger anziano©, ma non riesco proprio a scrivere una mail usando il T9. Ed il target di un telefono del genere non mi sembrano gli adolescenti dai pollici al fulmicotone.

Finito il rant, passiamo alle cose che mi sono piaciute. Lo schermo sicuramente è molto bello, il formato panoramico invoglia a provarlo come riproduttore video, e non è affatto male. Peccato che il player DivX ufficiale per Symbian non supporti i sottotitoli. Il player MP3 funziona molto bene, ed anche se non ha l’usabilità di un iPod, ha dalla sua il vantaggio dell’integrazione, visto che non è un pezzo in più da portarsi appresso. La qualità dell’audio mi è sembrata molto buona; ho usato sempre un paio di cuffie Sony che ho da tempo, le originali di Nokia sono intonse, quindi non so come suonano. Gli altoparlanti integrati sono fenomenali.

La sensibilità al segnale è ottima. Ho impostato deliberatamente il telefono in modalità esclusivamente UMTS e il campo veniva trovato praticamente ovunque. La navigazione è agile e veloce, sia in WiFi che in UMTS/HSDPA. Peccato che non mi pare che il driver fornito riesca a sfruttare HSDPA quando il cellulare è usato come modem. Delle qualità del browser hanno già parlato altri, e confermo che si tratta di un pregevole pezzo di software.

Detto questo, lo comprerei? Non credo: la mancanza di una tastiera decente e il prezzo troppo elevato mi scoraggiano. Naturalmente il prezzo è adeguato alle caratteristiche di questo oggetto, sono io che non sono disposto a spendere più di tanto in un mondo in cui i cellulari si rompono o ti stufano dopo 8/12 mesi. In ogni modo, tanto per farvi capire come mi sia comunque piaciuta la combinazione “Serie N”+”WiFi”, vi dirò che nel frattempo ho comprato un N80 usato, e lo sto usacchiando con soddisfazione.

Due parole sul software in dotazione: Nokia PC Suite fa molte cose e le fa abbastanza bene; si è evoluto tantissimo dalle prime versioni che usavo anni fa con un 8210 (uno dei migliori telefoni che abbia mai avuto: tutt’ora funziona). Peccato che il PIM si sincronizzi solo con Outlook. Per importare le centinaia di nomi della mia rubrica ho usato il Mac come un ponte: Treo650 e Palm Desktop su PC –> Treo 650 e iSync su Mac –> N95 e iSync su Mac. Questo “giro del fumo” mi ha permesso di popolare la rubrica di N95 senza inserire nulla a mano; per fortuna è disponibile il plugin iSync sul sito di Nokia. La connessione ad internet sul PC, via PC Suite è andata in crisi quando ho aggiunto N80: da quel momento l’apposita utility di connessione ad internet non è più stata in grado di capire quale telefono fosse collegato in un dato momento, né via cavo né Bluetooth, costringendomi a noiosi maneggi con le porte seriali virtuali prima di attivare la connessione. Su iBook, invece, è bastato trovare gli appositi script Nokia3G, ed utilizzare i normali strumenti del sistema: non ha mai mancato una connessione e la velocità mi sembrava sbalorditiva, anche con una sola tacca 3G. A questo proposito faccio un’osservazione: usare un PC con una connessione GPRS è ormai praticamente impossibile, con iBook invece qualcosina si riesce ancora a fare.

Di molte altre cose hanno parlato gli altri che hanno provato l’oggetto, e molte impressioni sono raccolte nel blog creato per l’occasione da Digital PR, che approfitto per ringraziare, nella persona di Zeno Tomiolo, per avermi concesso la possibilità di provare un oggetto così bello e tecnologicamente avanzato.

(*)Lo so: il P900 la aveva su schermo oppure si usava una specie di Graffiti, ma andava bene lo stesso.

16 Commenti

Stefano "Free.9" Scardovi | #

Ok, non lo compro.

Al di la del fatto che non sarei più in grado di usare un dispositivo portatile senza touch-screen e graffiti.

Mi ispirerebbe l’ASUS P526 che avendo la tastiera numerica potrebbe evitarti di estrarre lo stilo per cercare un numero in rubrica.

Se qualcuno che legge qui volesse farmelo provare per un mese come blogger… 😛

Dario Salvelli | #

Però Nokia ha realizzato l’altro modello con QWERTY,peccato non ci abbia pensato per questo: sarebbe un peccato utilizzarlo solo come mobile e basta,soldi e tecnologia buttati al vento.
Quando mi arriverà darò le mie impressioni,magari saranno simili alle tue ed a quelle degli altri.

ONDA | #

Ba, è inutile avere una tastiera “qwerty” su un dispositivo come il Treo che ha i tasti talmente piccoli per farli stare tutti che ogni volta che ne premi 1 accidentalmente in realtà ne premi 2 o 3.
Il nokia N95 è un gioiellino, il t9 ti permette di scrivere ad una velocità non indifferente superiore al Treo (causa tastini micro). Inoltre il t9 ti consente di scrivere qualcosa in velocità anche con una mano… Provateci con un qwerty, magari i palmari che si aprono a slide con tastiera a scomparsa!!! Io avevo un HTC S710 e non ho mai usato la tastiera qwerty, per non parlare della lentezza di WM6!!!

Il GPS integrato funziona molto bene e Nokia fornisce già un software gratuito con le mappe.

I video sono spettacolare, 640×480 si vede bene anche sulla mia TV LCD, ovvio non sostituisce una videocamera, ma come mezzo occasionale di ripresa video va bene!
Non parliamo poi della fotocamera che funziona veramente bene, ovvio, sempre con il limiti di un obiettivo così piccolo.

Questa versione Symbian è una scheggia, anche quando ci sono applicazioni aperte in background il sistema non ne risente a livello di velocità di risposta.

Parlo come appassionato nokia, direi che l’N95 è top!! 🙂

Andrea | #

Onda, mi viene il dubbio che tu l’N95 non l’abbia mai neppure preso in mano.
“Il GPS integrato funziona molto bene”???? Ahahaha!
Quanto vuoi giocarti una cena a chi fa prima a scrivere una mail di 5 righe; io col Treo e tu con un N95……

Andrea Opletal | #

anche me scoraggia soprattutto il presso… ma viaggio molto bene con il mio N73!

Franco | #

Magari nell’N80 funziona il DHCP andrea…!! eheh!

Tiziana | #

Come far funzionare N95 con Wifi tramite AliceWgate telecom contiuna a dare errore wpa non riconosciuta …
;-[[ help me

il bluetooth funzia con tutti i cellulare con alcuni LG
invio funzia la ricezione nisba …

tiziana

Ricky | #

Io l’ho comprato e sono entusiasta, è vero non ha la tastiera Querty, ma chi se ne frega!!!!!!!!! Mi basta il Blackberry a rovinarmi la vita x l’email…..

grazie Nokia…. se poi abbassi i prezzi ancora meglio…
x Andrea il “GPS integrato funziona molto bene […]” se hai atto l’ultimo aggiornamento del firmware 🙂

ciao a tutti

Robi | #

fino adesso ero indeciso tra iphone e n95 ma dopo avere provato il cellulare di casa apple e avere visto l’n95 (bello ma cn dei difettucci) credo che terrò il bellissimo 6630 che posso personalizzarlo al meglio eheheh

Antonella | #

CIAO! non male qui 😉 ora sono in uff e non posso leggermi tutto..ma..
le trenette al pesto non le approvo..
salvo che il pesto non sia DE LI CA TIS SI MO
ma proverò la tua ricetta..visto mai cambio idea sul pesto!
ciauz
Antonella

Doriano | #

Ciao Andrea, ho scoperto questo blog è vorrei dirvi la mia:
sono in possesso dell’N95 dal 1° settembre e ne sono rimasto abbastanza soddisfatto, anche perchè lo seguivo già da un anno su varie prove tecniche internettiane, però ho scoperto che oltre alla buona qualità hardware e software (vedi anche il Sp1 per S60) per le mappe si perdono molti soldi in connessione ed ancora non riesco a trovare un TomTom che dialoghi con l’antenna GPS interna. Finisco con l’incazzatura recente che ho avuto contro Nokia, in pratica “su un cellulare costato €600, dopo mi vai a immettere sul mercato modelli come il 6110 che vale e costa la metà rispetto al mio, e me lo vendi pure con Route66 precaricato ed una SD con mappe europee?” C’è una strana logica di mercato su questo aspetto e di sicuro non andrò a spendere altri soldi per ovviare al problema, ci sono modi paralleli per ovviare al problema; comunque credo che la mia incazzatura sia più che giustificata. Tu cosa ne pensi? Inoltre, se hai contatti con Nokia Italia, sapresti inoltrare la questione? La responsabile marketing Nokia Italia non risponde alle mie email. Ciao

Umberto | #

Ho comprato l’N95 da un paio di settimane perché l’ho trovato ad una offerta davvero conveniente (ero andato per comprare un E61i ma con 40 Euro in più mi sono portato a casa l’N95 no brand).
Innanzi tutto vorrei chiarire il discorso mappe. Tutto vero che le mappe sono gratuite e che il cellulare è in grado di scaricarsele ad esigenza. Ma è altrettanto vero che si possono installare a priori usando il computer e l’ADSL di casa. Non volete che il cell si colleghi? Bene, basta disattivare sul programma maps l’opzione di ricerca sulla rete e… voilà, il gioco è fatto. Naturalmente, il tempo necessario a scaricare le mappe a casa dipende dalla connessione che avete. Io ho scaricato l’Italia in pochi minuti.
Con tali mappe precaricate, ho testato la navigazione assistita (avevo 3 giorni di prova gratuiti) sia con un’antenna esterna che avevo (SIRFSTAR III – 20 canali) che con il gps interno. Devo dire che Nokia Maps funziona bene (ho fatto l’upgrade gratuito alla versione 1.0) anche se non ha tutte le chicche di programmi più blasonati (tomtom tra tutti). Sono certo però che Nokia Maps potrà colmare presto il divario, man mano che acquisirà sempre più utenti. Quello che più mi ha sorpreso è il navigatore interno del cell. Messo sul supporto da parabrezza della macchina (macchina francese con vetro schermato), mi ha fatto il fix in circa tre minuti nonostante fossi in movimento (velocità media 70/80 km/h). Preso il segnale, non l’ha più perso tranne che in galleria, per poi recuperarlo molto rapidamente. Premetto che la versione del mio firmware è la 11 e non la 12, quindi non ho potuto utilizzare l’A-GPS. Anche in città, in mezzo ai palazzi, il segnale è rimasto forte e chiaro e mi ha permesso di arrivare a destinazione senza problemi. La vera sorpresa è stata il transitare in viale Trastevere a Roma dove, in genere, anche con l’antenna esterna ho sempre avuto problemi. Con il GPS integrato ho perso il segnale per 1 o 2 secondi in un paio di casi ma nulla più.
Confermo comunque che il GPS interno tende a perdere il segnale se si chiude la tastiera. In ogni caso, a tastiera aperta non è assolutamente necessario tenere il cell inclinato a 45 gradi (come specificato sul libretto di uso). Infatti, la posizione sul mio supporto da parabrezza è quasi perfettamente verticale.
Riguardo il discorso di pagamento a tempo della navigazione assistita, è una soluzione valida quanto un’altra, se non meglio, se si vuole restare nell’ambito della legalità. Pensate ad esempio di dover andare a New York per lavoro o per diletto. Ve la potreste cavare con una decina di euro di licenza settimanale o mensile (tanto costa solo un paio di euro in più della settimanale). Senza contare che in questo modo si possono avere le mappe sempre aggiornate. Se poi siete a piedi e non volete pagare nulla, le mappe sono sempre utilizzabili come un tuttocittà (con tanto di musei e altri luoghi di interesse) in cui ci si può anche localizzare.
Veniamo ora alle altre caratteristiche del cell. Lo schermo sembra finto da quanto è bello (questo è il parere di tutte le persone a cui l’ho mostrato). Tra l’altro continua ad essere molto ben visibile anche in esterno e addirittura in luce solare diretta. Le chiamate si sentono molto bene come pure funziona egregiamente il vivavoce integrato. Le foto sono state una piacevole sorpresa ed in particolare la qualità delle foto in macro che uso molto per il mio lavoro. Il WiFi non l’ho ancora potuto provare, quindi non mi pronuncio. Lasciando il cell acceso notte e giorno, sono stato sorpreso che non sia mai andato in blocco e non abbia mai perso l’aggancio con la rete (cosa che qualche volta capitava con il pur ottimo 6630). Il metodo di scrittura intuitivo è quello cui ero già abituato e che ho sempre apprezzato per la velocità con cui permette di scrivere, dato l’elevato numero di parole e anche il numero di lingue supportate.
Capitolo batteria. Può durare molto o poco. Nel mio caso, utilizzo la rete UMTS solo quando mi serve, ho la ricerca WiFi disattivata come pure il bluetooth e cerco di non tenere mai inutilmente applicazioni in background. In queste condizioni la batteria dura tranquillamente tre giorni con chiamate anche in vivavoce, utilizzo di agenda, note, programmi di ufficio (la visualizzazione dei fogli di calcolo e delle presentazioni ppt è un vero spettacolo). Se utilizzo le funzioni avanzate, ovviamente dura di meno ma non desta mai grosse preoccupazioni. Naturalmente, consiglio un caricabatteria da automobile se volete usare il GPS interno (con il bluetooth e antenna esterna ci sono meno problemi, almeno apparentemente). Nel caso siate dei grossi utilizzatori lontani dalle reti di ricarica (ad esempio, io faccio trekking), ulteriori possibili soluzioni sono una batteria di ricambio o, ancora meglio, un battery pack con 4 stilo ricaricabili ad alta capacità. Comunque, la batteria è andata migliorando molto dopo qualche ciclo di scarica/ricarica.
Giudizio globale: ottimo prodotto ma non prendetelo a prezzi superiori ai 500 Euro e, nel caso, evitate quelli brandizzati. Se volete per forza usare tomtom, mettete in preventivo (almeno per il momento), l’acquisto di un GPS bluetooth.

Umberto | #

Ed ecco un aggiornamento al mio commento del 22 ottobre. Sono sempre più soddisfatto del mio acquisto. Ho aggiornato il fw poco prima di Natale e mi sono ritrovato per le mani un dispositivo completamente nuovo. Con questo ci ho tenuto comtemporaneamente in funzione NokiaMaps, Google Maps Mobile e Posizione GPS senza alcun problema. Il WiFi funziona che è un piacere. In un McDonalds francese (dove il WiFi è libero) ho potuto navigare e allo stesso tempo telefonare in Italia tramite lo stupefacente fring a prezzi ridicoli. Lo stesso WiFi (tanto denigrato da parecchi utilizzatori) aggancia senza problema tutte le reti che trova e, se queste non hanno chiave, la navigazione, il voip, l’aggiornamento di Google Maps Mobile sono garantiti. Anche l’autonomia con il nuovo fw è migliorata parecchio, tanto che ormai mi posso dimenticare a casa il caricatore, a patto di non dover fare un uso intenso del GPS. Quanto a quest’ultimo, dopo parecchie esitazioni ho finalmente deciso di provare l’A-GPS. Al costo di 5 kb scambiati (una sola volta), ho avuto agganci a freddo in 1 secondo da fermo, in 5 secondi mentre mi muovevo in macchina e in 10 secondi (udite, udite!!!) dentro il mio ufficio, stando vicino alla finestra.
In sintesi, non posso che confermare il mio già espresso giudizio positivo su questo fantastico dispositivo.