Andrea Beggi

The spiderman is having me for dinner tonight.

Un server iTunes personale

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Se avete in casa diversi computer dai quali ascoltate musica con iTunes, probabilmente usate già con soddisfazione la condivisione delle librerie, per accedere da diversi client allo stesso archivio musicale.

L’unico inconveniente deriva dal fatto di dover tenere acceso il computer con la libreria condivisa, ed iTunes aperto. Inoltre se avete già un server Linux acceso 24/7 non lo potete sfruttare, poiché iTunes non esiste in versione pinguinata.

Apple ha scelto come protocollo di condivisione una variante di HTTP, chiamata DAAP (Digital Audio Access Protocol). Sebbene non ne siano mai stati rilasciate le specifiche per uso aperto, esso è stato facilmente replicato tramite reverse engineering ed esistono un paio di server open source.

Ne sto provando uno, Firefly, ex mt-daapd. E’ multipiattaforma, sebbene le versioni per Win e OS/X siano ancora in beta, ed è semplicissimo da installare: su Ubuntu basta un apt-get install mt-daapd. Il server ascolta sulla porta standard 3689/TCP: è sufficiente puntare un browser all’indirizzo del server su questa porta per accedere all’interfaccia di configurazione, che è semplicissima.

In pratica basta dirgli in quale cartella sono contenuti i file che volete condividere (che avrete preventivamente copiato in una directory del server), e lanciare uno “Start Full Scan” dalla pagina principale.

Su tutti i client iTunes della rete apparirà la libreria condivisa che avete appena creato. Anche tutti i player in grado di utilizzare il protocollo DAAP avranno accesso alla musica. Adesso potete anche spegnere i computer che volete, tanto la libreria sarà sempre disponibile dal server.

Sarebbe bello poter sfuttare il meccanismo per accedere alla libreria da internet, purtroppo il meccanismo di discovery delle librerie condivise si appoggia al multicast, quindi funziona solo sulla subnet locale. Addirittura se avete un access point wireless che fa routing e non bridging, è impossibile accedere. (semplificando: i client devono avere un indirizzo IP simile a quello del server e devono risiedere sullo stesso segmento fisico della rete.)(*)

No IGMP? No party!

(*)Non è del tutto vero, ma va moooolto al di là degli scopi del post. 

Tags:

15 Commenti

Nervo | #

Difficile che un nuovo post sul tuo blog non sia una utilissima chicca(*).
Stasera lo proverò a casa sulla mia Ubuntu box. Con la solita gratitudine nei tuoi confronti :-)

(*) ho pure comprato le Crocs… :-D

zuck | #

bellissimo. Mi ha fatto venire voglia di cercare un client su linux per DAAP server.

Andrea | #

Rithmbox funge benissimo….

zuck | #

Anche Amarok ,grazie!

Alessandro | #

Se stai diventando daap-dipendente, allora sei pronto per il Roku Soundbridge… lo uso da qualche mese con una ENORME soddisfazione… lascio a te e agli attenti lettori del blog il piacere di scoprirlo.

Andrea Grassi | #

C’è anche qualche Nas domestico che pubblica il servizio. Io avevo provato l’Asus WL700Ge, che integra anche router, Wi-Fi e… client BitTorrent :) Ha qualche problemino di interfaccia e sicurezza interna, ma è davvero un bell’oggetto.

Francesco | #

Ciao, scusate l’ignoranza, ho installato Firefly su ubuntu e dal mac con itunes vedo la libreira condivisa, ma mi chiedevo se sempre da itunes si possano importare nuovi brani direttamente nella libreria condivisa da firefly.
grazie dei consigli

alle | #

io utilizzo un mt-daapd ricompilato sulla mia DreamBox!!… e’ fantastico… la morosa dal suo mac e’ felice il mio impianto hifi pure!!!

Claudio | #

:) risolto……ho fatto l’upgrade alla versione 7.04…..

Massimiliano Fantuzzi | #

ciao a tutti. consiglio di riunirsi anche su http://nslu2.viti.tv forum in rapida crescita e punto di riferimento italiano.

ovviamente invito anche andrea a visitare tale sito, siamo in tanti in italia ad amare gli slug, siano essi debian, unslung o openslug :)

ciao, max

Nicola | #

Ciao a tutti, una domandina….
Vorrei acquistare un acer easystore come unità di storage per archiviare musica, foto etc etc ed apple TV per leggere tutte queste cose. Vedo che l’easystore ha un server Itunes integrato quindi probabilmente si tratta di un server open di cui si parlava sopra; la mia domanda è: c’è qualcuno che ha provato una cosa del genere o comunque dovrebbe funzionare tutto senza problemi giusto? Cioè apple TV dovrebbe leggere senza problemi la musica nello storage….o no?
Grazie.

Silvio | #

Mi intrufolo da profano nel vostro post per avere qualche delucidazione in merito al servizio di Itune server.
Ho da poco acquistato un IMAC che fra le altre stò utilizzando come JUKEBOX. A breve acquisterò anche un NAS con il servizio Itune server per condividere un’unica libreria audio a tutti gli Host della mia rete.
La domanda è: qualcuno sa dirmi se la libreria del NAS sarà poi gestibile (in controllo completo) da tutte le utenze o dovrà essere aggiornata solo da una di amministrazione (magari del NAS stesso)?
Lo chiedo perchè sul MAC utilizzando due utenze ed una cartella condivisa, non riesco “automaticamente” ad allineare le due librerie automaticamente l’una con i brani dell’altra.. tantomeno a modificarne i contenuti !
Sperando di essere stato chiaro ..attendo vostre info.
Grazie

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>