Andrea Beggi

Not everything that can be counted counts, and not everything that counts can be counted.

Un SMS x AMREF

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

AMREF

Mi scrive Francesca di AMREF, e riporto qui una parte della sue mail:

“… siamo riusciti anche ad ottenere l’sms solidale (48588 dal 18 marzo al 6 aprile) che stiamo cercando di diffondere il più possibile per supportare la raccolta fondi, destinata, come sempre, a finanziare i nostri progetti idrici sul campo. Ma quest’anno non chiediamo fondi per finanziare la costruzione di 1 o più cisterne perché ci sembra limitativo considerando i progetti che portiamo avanti. Abbiamo deciso di puntare su quelli che tecnicamente chiamiamo “outcomes”, ossia i benefici che i singoli “output” (come la cisterna) portano a tutta la comunità.
Mi spiego meglio: se noi costruiamo una cisterna sappiamo che le persone che potranno usufruirne e quindi avere acqua pulita sono circa 1.000; ma sappiamo anche che il fatto di avere acqua pulita vicino casa genera dei benefici conseguenti come l’abbassamento delle malattie infettive (che si diffondono soprattutto tra i bambini) e porta quindi alla riduzione del tasso di mortalità infantile. Questo è l’outcome: il beneficio concreto che un’attività o la costruzione di un oggetto funzionante porta alla sua comunità!
Noi siamo convinti di questo ed è per questo che abbiamo deciso di destinare i fondi raccolti non ad un singolo progetto idrico ma all’intero programma idrico per portare acqua a circa 1 milione di persone.”

Mandate un SMS al 48588 e donate 1 euro via SMS, oppure 2 euro con una chiamata da rete fissa Telecom Italia.

6 Commenti

antonio vergara | #

spiego meglio il concetto, che non è polemico verso l’estensore del post. secondo me è troppo facile fare solidarietà in questo modo, in fondo un euro non è una gran spesa e tutti siamo disposti a privarcene per aitare gli altri e anche la nostra coscienza. so che non è così per tutti ma per la maggior parte (mi ci metto pure io dentro) funziona così.

zimo | #

Io invece credo che 1 o 2 euro moltiplicati per la platea “in acolto” siano sempre meglio che niente, e se si riesce a portare al progetto qualche decina di euro in più non vedo dove stia il problema.

Il moralismo perenne a volte serve come scusa per agire mai, e alla fine è un attimo mettersi le pantofole.

Saluti a tutti.

Federica | #

In parte sono d’accordo con Antonio: è vero che è più facile “pulirsi la coscianza” con un sms, ma è sempre meglio di niente!
Un giorno, una persona mi disse che le cose grandi si realizzano “pole pole” (piano piano) cominciando da quelle piccole.
Se tutti facessero la loro piccola parte forse si riuscirebbe a fare qualcosa di grande…

Graziano | #

Quoto Federica, si inizia dal poco, l’importante è iniziare.

NonSoloZapatero | #

Questo post è stato aggregato su “http://www.nonsolozapatero.it/”, l’aggregatore del web sociale e socialista.