Andrea Beggi

Runners don’t quit. We fade, we “hit the wall”, we’re sometimes reduced to a walk. But we keep on.

Fate qualcosa

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

qualunque cosa.

That reminds me of one of my favorite logical fallacies: “We must do something. This is something. Therefor, we must do it.” It does seem largely as a demonstration of “doing something” by the Berlusconi government.

Bruce Schneier.

19 Commenti

paolo beneforti | #

sull’esercito che fa funzioni di watch sarebbe perfetto il commento di Sam Vimes 😀

Fabrizio | #

ho scritto praticamente lo stesso post, pubblicato esattamente alla stessa ora 😀

Paolo | #

I Carabinieri sono un corpo militare.
I Carabinieri fanno anche attività di pubblica sicurezza.
I Carabinieri sono in Afganistan ed Iraq.
I militari sono per le strade in Italia.
Cosa sta accadendo?

marcus | #

io invece la trovo un’ottima cosa

Samuele | #

Io non ci trovo niente di straordinario e niente di incredibile.
Anzichè pulire i moschetti e le caserme sono in strada ad aiutare i cittadini. E i poliziotti possono finalmente svolgere le loro funzioni. Non capisco quale sia il problema.

Qualcuno me lo spieghi…

Luca | #

Beh Andrea, sarebbe più appropriato dire “Dobbiamo lamentarci di qualcosa. Questo è qualcosa. Quindi lamentiamoci”.

Andrea | #

Luca: il tuo espediente dialettico, è noto, non ha alcun senso.

Paolo | #

Niente di strano?
Nessuno trova strano che i Carabinieri siano in zona di guerra ed i militari facciano la guardia ai polli in Italia? Ueh.. non c’è più la leva obbligatoria, lo sapete vero?

Aleks | #

Solo chi non è correttamente informato può credere che questo provvedimento sia qualcosa di diverso da uno spot pubblicitario.

La manovra approvata taglia i fondi delle forze di polizie di oltre 3 miliardi di euro, costringendo alla chiusura caserme e tribunali militari e riducendo gli organici di 40.000 agenti.

Distribuire duemila soldati inadatti alla tutela dell’ordine pubblico serve soltanto ad insabbiare la realtà.

ArMyZ | #

Andrea, hai messo il dito in una piaga che mi fa saltare per aria ogni volta che viene sfiorata.
Ho appena commentato sul sito di Schneier e non mi era mai capitato di leggere e commentare qualcosa che non fosse strettamente matematico, tecnico e legato al mondo della crittografia.
Mi ha colpito, perchè evidentemente, benchè Bruce sia una persona di particolare sensibilità, determinati comportamenti ed i relativi rischi sono noti anche oltreoceano.
Mandiamo a spasso i nostri professionisti a fare da posteggiatori in zone pericolosissime e spesso ci lasciano la pelle.
Quelli che rimangono in italia li sottopaghiamo e spesso rendiamo vano il loro lavoro (decorrenza dei termini dovrebbe ricordarci qualcosa…).
Non diamo loro la possibilità di avere il budget per mettere il carburante agli automezzi pero’… attenzione… adesso le strade sono più sicuri perchè ci sono i soldati.
I soldati?? E che diamine ci fanno i soldati nella mia città? E chi sono questi? E’ scoppiata una guerra a mia insaputa?
Ma invece di inventarsi cose nuove per destare l’opinione pubblica in una continua e perenne campagna elettorale perchè non destina fondi seri e strutturali alle forze dell’ordine?
Qualcuno parlava dei “vespri siciliani”… Io in sicilia ci sono stato in quel periodo e ti assicuro che vedere 19enni sbarbati, di leva, in mimetica da combattimento nell’ascensore della casa di amici sudare e tremare con un fall alpino calibro 7,62 NATO in mano, ti assicuro, ti fa una certa impressione.
C’era il giudice da proteggere…
Ah certo, lo proteggi cosi’ o sai che quel giudice non correva alcun pericolo e ti fa comodo fare un po’ di teatrino?
Purtroppo abbiamo visto che quando dei giudici sono di troppo non basta il tizio armato fino ai denti.

Secondo me questa operazione serve anche a creare un’ulteriore spaccatura nell’opinione pubblica: ci saranno le forze dell’ordine di serie A e di serie B, con poteri diversi e, ahimè, mandati diversi.
Divide et impera.
Spero solo che siano vaneggiamenti di un paranoico.

Ernesto | #

Mi chiedo se le risorse economiche destinate a questa operazione di militari per le strade, non potevano essere destinate ad aumentare le forze dell’ ordine ordinarie.

E poi quanto durerà questo dispiegamento di militari, finito poi torna tutto come prima?
Gli immigrati compiono reati sostanzialmente perché sanno di essere praticamente impuniti o di ricevere pene irrisorie.

Ci troviamo in questa situazione perchè abbiamo attuato una politica dell’ accoglienza scellerata, e adesso ne paghiamo le conseguenze.

ArMyZ | #

Vero Ernesto.
Però permettimi di sottolineare alcuni aspetti:

1) non tutti gli immigrati delinquono (aldilà della clandestinità in sè che è reato…)

2) non tutti i reati sono commessi da immigrati

3) quanto durerà l’operazione va contestualizzata all’interno della durata della legislatura

4) la politica scellerata a cui fai riferimento ha fatto comodo a tutti quegli imprenditori e al ceto benestante in quanto il costo della mano d’opera per fabbriche, cantieri e campi è andato a picco dato che venivano assoldati (e sfruttati) questi individui per pochi euro. Lo stesso dicasi per le badanti e domestiche.

5) sono anni e anni che determinate figure professionali sono difatto appannaggio degli immigrati in nero e sottopagati per convenienza di chi li sfrutta.

6) c’è tanta ipocrisia di chi li sottopaga, li sfrutta ma non li vuole…

7) prova adesso a trovare un manovale che non sia straniero o una badante che non sia dell’est.

Ironia della sorte e scarsa lungimiranza sociale ed economica: hanno capito il gioco e lo stanno monopolizzando.
Adesso chiedono quanto se non più degli italiani in quanto la concorrenza italiana è praticamente scomparsa o, nella legalità, con un costo del lavoro improponibile.

Concordo col definire scellerata la politica d’accoglienza ma credo che le motivazioni vadano aldilà della mera accoglienza incontrollata e mal gestita.

Ciao,
A.

Marcello | #

@Andrea: se Luca ha meritato una risposta almeno chiarisci e giustifica la risposta, altrimenti ha il medesimo senso che attribuisici all’espediente dialettico di Luca. Dire un semplice “è noto” non favorisce sicuramente lo scambio di opinioni né risulta essere Verità. Un esempio: l’incipit di “Orgoglio e Pregudizio” dice “It is a truth universally acknowledged, that a single man in possession of a good fortune, must be in want of a wife”. La verità universalmente nota valida per la società di allora, ma evidentemente non condivisa dall’autrice, mi pare che ora faccia acqua da tutte le parti…

Andrea | #

Marcello, la mia risposta è dovuta all’avversione per il benaltrismo, che cerca di spostare il merito della questione verso cose non attinenti alla situazione contingente.
La mia opinione è che l’operazione “militari in città” non abbia il minimo senso economico, giuridico, militare e pratico. Inoltre, e qui non lo dico solo io ma anche Bruce Schneier un esperto di livello assoluto, anche dal punto di vista della sicurezza è un provvedimento inutile e dannoso.

Luca | #

Andrea: si forse hai ragione. Ma vedi il fatto è che per quanto si possa criticare la scelta di destinare i soldi a questa operazione invece che all’assunzione di altre forze dell’ordine “normali”, non si può dire che non abbia “alcuno senso pratico”: come minimo faranno da deterrente. Poi ok, ripeto, si può discutere sul rapporto costi/benefici. Ma cmq mi sembra che la durata prevista sia 6 mesi, e se sarà un fallimento verrà messa in disparte senza troppa pubblicità.

ArMyZ | #

Secondo me è pura demagogia e campagna elettorale.
Il vero deterrente è la certezza della pena e gli investimenti nei settori chiave per la difesa nazionale. Vedere le città italiane presidiate dai militare è inquietante e per certi versi anche più pericoloso.
Vogliono sviare le responsabilità politiche per le attuali condizioni: palliativi d’effetto, mai soluzioni.

Marcellino | #

E’ evidentemente una manovra di demagogia, visto che 3000 militari per 6 mesi non cambiano nulla nel lungo periodo. Contesterei piuttosto l’accusa al governo Berlusconi, visto che di tali manovre, o meglio, di tale qulità, se ne son sempre fatte. Qualcuna a caso: il decreto Bersani per tariffe professionali e per le ricariche telefoniche. Cos’hanno cambiato? Hanno fatto grande scalpore, ma di fatto non è cambiata una virgola. Da ingengere quale sono, le tariffe che applichiamo non sono cambiate, anche perchè eravamo ben sotto i minimi già da anni. Gli avvocati che conosco non hanno modificato nulla, così come n altri professionisti. Da utente wind ci ho rimesso, visto che mi hanno alzato le tariffe della ricaricabile – l’abbonamento fortunatamente no. Un altro paio di esempi: il supercommissario per i rifiuti a Napoli mandato da Prodi o il primo consiglio dei ministri di Berlusconi fatto a Napoli. Cos’hanno fatto? Prorogare l’emergenza di altri 6 mesi. Perchè è così da 14 anni. Tutti fanno grandi annunci, con cui si fanno belli, e la situazione non muta, non vengono fatti gli interventi strutturali necessari ad un effettivo cambiamento. Perchè non interessa, ci stanno bene in tanti. Fortunatamente qualche riforma strutturata viene fatta, quà e là, senza colori di partito e qualche effetto si vede, ma quasi mai nelle situazioni di emergenza: quando c’è l’emergenza si buttano giù tre righe ad effetto e si confida che le cose si sitemino (tanto non sarà un problema del medesimo governo, no??). La fiducia che possa cambiare qualcosa ce l’ho o mi sarei già trasferito in Olanda, paese in cui ho vissuto l’anno scorso. Peccherò di qulunquismo, benaltrismo -come dici- e sicuramente ho una grande avversione per la politica italiana, ma ripeto, che sia Bruce Schneier a dirlo o il signore del bar accanto, non farei il nome di Berlusconi, non è il centro del male. E’ uno dei tanti, è semplicemente uno che nella politica italiana ci sta bene perchè è della stessa pasta di cui è fatta la media dei politici di entrambe le parti, solo un poco più sveglio, gaffeur, intrallazzone e spregiudicato da accentrare le attenzioni su di sè.

alessandro | #

mah, io preferisco vedere 10.000 militari in giro nella mia città piuttosto che la gentaglia che ci gira di notte.
questa è la mia idea. solo mia ovviamente.
io non tento mai di fare inutile proselitismo, tanto ognuno rimane SEMPRE della sua idea iniziale…