Andrea Beggi

Yes, you can have a cheeseburger.

Concetti strani in italiano standard/2

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Ovvero: i paroloni dell’IT demistificati.

Tre amiche, A., M. e R., sono state invitate ad un weekend particolarmente sciccoso che, tra altre amenità, prevede due serate di gala alle quali è importantissimo partecipare con vestiti eleganti e rigorosamente diversi. Per raggiungere la meta è necessario un volo aereo low cost, e le nostre eroine sono parecchio preoccupate dall’eventualità che i loro bagagli possano andare perduti, una sciagura che avrebbe effetti disastrosi sulla loro vita sociale.

Mosse da sagacia femminile, decidono quindi di attuare la seguente strategia: scelti tre vestiti da sera a testa, gli abiti verranno distribuiti uno per ciascuna valigia per ciascuna amica, in modo che ognuno dei tre bagagli contenga un vestito di A., un vestito di M. e uno di R.

Questa soluzione tranquillizza le amiche: anche nel caso venisse persa una delle valigie, rimarranno sempre 6 vestiti – due per ognuna di loro – e la tragedia verrà scongiurata.

Se i vestiti fossero stati dati e le valigie dischi fissi, le ragazze avrebbero attuato una strategia di protezione chiamata RAID. Nell’esempio specifico si tratta di RAID5, il livello più diffuso. Al costo di una lieve ridondanza (è stato necessario trasportare un abito in più a testa) ci si è protetti dalla perdita di un disco fisso (cioè la mancanza di una valigia non pregiudica la vacanza).

RAID5 è un sistema molto utilizzato dai sistemi di storage per assicurare la protezione dei dati in caso di rottura di un disco, e permette quasi sempre di sostituire la parte difettosa “a caldo” senza interrompere la disponibilità dei dati.

Il numero minimo di dischi (valigie) per attuare questa strategia è 3, ma aumentando il numero aumenta anche l’efficienza. Per ritornare al nostro esempio, nel caso di 6 amiche per 5 serate, ciascuna dovrà portare 6 vestiti invece di 5:  c’è meno “spreco” di spazio e risorse.

(Come al solito: l’esempio è solo una metafora, ci sono delle imprecisioni ma lo scenario rende l’idea.)

Qui la puntata precendente.

35 Commenti

zen | #

Meraviglioso, grazie
z

Mitì | #

Hai la capacità di spiegare le cose in modo magnifico. Dovresti tenere dei corsi, saresti seguitissimo (e non solo da donne)! ;-D

Activemax | #

ehehe.. 🙂

Vero.. ma è anche vero che un RAID 5 con una valigia persa è ad alto rischio e se si perdesse una seconda l’array sarebbe perso.. ecco quindi configurarsi l’ipotesi di una 4 valigia (hot-spare) di nessuna delle tre con solo i vestiti di tutte e tre per la serata in un trolley a mano impossibile da perdere da utlizzare es nel viaggio di ritorno.. 😉

Piplos | #

A questo punto è difficilissimo che capisca persino una donna. 😛

*corre sotto il tavolo al riparo da insulti*

Piplos | #

Correggo: che NON capisca. -.-“

Fabrizio | #

L’imprecisione sta nel fatto che 3 donne non porteranno mai solo 3 valigie, ma almeno 6 😀

theo | #

felice di sapere che non stai meglio 😀

Tom | #

Semplicemente geniale! Un applauso per l’idea 🙂

fabio | #

sei un grande !! 😀 ma quando te le studi ste parabole ??! sei il profeta dell’IT

Nicola | #

Vedrai che prima o poi passerà di qua una fanciulla che ti dirà che è un post biecamente maschilista 😉 A me è piaciuto, quindi deve essere così 😀

Hoshimem | #

Ma è un post biecamente maschilista!

😀 (ah, cavolo, ma io sapevo già cosa sono i RAID)

slacko | #

Fantastico, complimenti. Sembrano le lezioni di un mio vecchio prof.

mikuzz | #

chapeau, caro Beggi.

Omar | #

bauabubauba 😀 mitico!!

Come iniziare bene la giornata..

Ti prego, continua con queste analogie .. ora attendo lo scheduler e lo stack TCP 😀

Laura | #

Grande Andrea,
finalmente una spiegazione chiara e comprensibile!!!L’ho girata al mio collega ingeniere che ogni volta non riesce a spiegarmi le cose con altrettanta semplicità ed è rimasto davvero colpito anche lui…grazie mille e complimenti davvero

sid | #

per esperienza personale: dato un raid5 a 6 dischi, se ne romperanno simultaneamente 2. generalmente prima di aver fatto un backup. sicuramente in prossimità di un grosso lavoro da consegnare ADESSO!!! 😀

m477 | #

Ahahah! non ho mai sentito spiegare il raid5 in questo modo 😆

Salvio | #

dovresti scrivere dei libri 🙂

(Lady).Chobin | #

Cavoli ci voleva uno come te alle superiori a spiegarmi informatica!

estrellita | #

e per le borse abbinate alle scarpe come si fa? :/

Geekissimo | #

All’inizio ho anche pensato che si trattasse di una storia vera. Quest’estate 2 amici miei si sono divisi i loro capi d’abbigliamento, ognuno ha messo la metà della valigia nella valigia dell’altro, e una volta arrivati a destinazione non sono arrivate entrambe le valigie, avresti dovuto vedere le facce! 🙂

Ottimo esempio, complimenti per la forma che ha descritto a perfezione il RAID 😉

Pizzicone | #

L’amico di cui parla Angelo sono io.
Spesso mi perdono la valigia ed ho deciso di attuare quella strategia, che però non è andata a buon fine.
Mi ha salvato la qualità dell’HD, visto che comunque i bagagli sono stati ritrovati nel giro di 2 ore.
Pur vero è che non avevamo distribuito su 3/4/5, riducendo il rischio, ma su 2.
Al prossimo viaggio non si parte se non si è minimo in 4, altrimenti…

Irrisolta | #

La mia testolina perversa ha subito pensato che in caso di gang bang problemi di dress code e bagagli dispersi non ci sarebbero stati.

Molto hard e poco “wear” (lo so, lo so è ware ma qui era meglio il gioco con wear).

Irry

Andrea Poulain | #

con 6 vestiti in valigia rayan air ti fà pagare i kg in più molto profumatamente e il sitema collasserebbe..

Marco | #

Bel post…√® vero!!!
Qualcuno una volta ha detto che √® importante trovare una visione nella vita… come una musicalit√†.
Penso che quii ci siamo…. 🙂
Un altro esempio trovato giorni fa:

http://www.gruppoa.org/blog/blog-frame.html

spora | #

Ma scusa…!
mi accingo a leggere un post succosissimo di fashion-vestitini e valigie stracolme di bellurie in giro per aeroporti intern√©scional dicendomi “ma guarda il Beggio, non vengo qua da qualche mese e quando torno √® mutato in un fashion-guru delle squinzie, e invece alla fine mi sgonfi il tutto con una storia di raid nonsoccosa nel deserto col disco rigido?

Ma non ti vergogni d’ingannare cosi le donzelle?

PS: adorrimo la nuova rubrica tecnolesa per le fashion bloggeuses 😀

CINEMAeVIAGGI | #

Paragone azzardato! E poi, sempre meglio le donne che gli hard disk!!!

Giogia Mesck | #

MITIIIIIIIIIICOOO!!! Se il mio prof. di Architettura degli Elaboratori a suo tempo me l’avesse spiegata in questo modo, avrei evitato di fare l’esame 4 volte…ahahahah
Buona giornata 🙂