Andrea Beggi

Perché non si può essere sempre la parte migliore di noi stessi.

Buffalo LinkStation Live

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Buffalo Link Station Live Ho in prova da qualche tempo un disco esterno Buffalo Link Station Live. Si tratta di una unità disco esterna ethernet dalle caratteristiche molto interessanti. Le dimensioni sono quelle consuete, la qualità delle plastiche è nella norma e l’assemblaggio è buono. Durante il funzionamento è abbastanza silenzioso; degna di nota la possibilità di estrarre la piccola ventola per pulirla di tanto in tanto, migliorandone l’efficienza e riducendo il rumore. Si tratta di un piccolo NAS, quindi la connessione avviene esclusivamente tramite la rete locale; l’interfaccia di rete è Gigabit, cosa importante perché la Fast Ethernet a 100mb/s non è particolarmente efficiente per il trasferimento di file di grosse dimensioni, e l’unità è fortemente orientata al multimedia. (Naturalmente per sfruttare la velocità Gigabit dovete avere uno switch Gigabit e una scheda di rete Gigabit sul vostro computer, altrimenti andate comunque a 100 mb/s).

Ho trovato LinkStation Live particolarmente versatile: per un utente medio potrebbe addirittura sostituire un server casalingo sempre acceso. Le funzioni legate alla rete locale e ai dati sono:

  • Condivisione di cartelle di rete con gestione dei privilegi di gruppi e utenti, che possono essere locali, oppure con autenticazione delegata ad un controller di dominio Active Directory . Questa funzione lo rende utilizzabile anche in reti professionali di piccole dimensioni gestite da un server. L’accesso via FTP può essere abilitato a livello di singola cartella. C’è anche un accesso via browser, ma ne parliamo dopo.
  • In presenza di più unità si può configurare un backup automatico che sincronizzi i dati delle cartelle selezionate.
  • Funzionalità di print server USB.
  • Possibilità di gestire un secondo disco USB esterno collegato direttamente alla sua interfaccia.
  • Invio di alert via mail relativi allo stato di salute del disco SATA.
  • Se interfacciato con un UPS è possibile impostare lo spegnimento automatico in caso di mancanza di alimentazione prolungata.
  • Funzione “Time Machine”. Se abilitata il disco viene visto da un Mac come una unità Time Machine su cui fare i backup automatici. La procedura di configurazione è dettagliatamente spiegata nella documentazione del prodotto.
  • Trasferimento “One Touch” di file multimediali da videocamera e fotocamera digitale con copia diretta via USB dalla camera al disco.
  • Possibilità di definire degli orari di funzionamento durante i quali l’unità si accenderà e spegnerà autonomamente.

Veniamo alle figate:

  • La funzione più bella è quella di client BitTorrent: senza bisogno di impegnare un computer, il download viene fatto direttamente dal disco e le operazioni si gestiscono tramite una semplicissima interfaccia web. Caricate il file torrent o indicate l’URL da cui prelevarlo, lanciate il download e potete dimenticatevene. Dopo qualche tempo troverete il materiale già salvato nella cartella condivisa specificata nelle impostazioni. Nel frattempo potete tranquillamente spegnere il computer che non è minimamente coinvolto nelle operazioni. Ne ho testato il funzionamento e sono rimasto molto soddisfatto: il download è veloce e il client è in grado di autoconfigurare il router tramite UpnP e aprire le porte TCP necessarie al buon funzionamento del protocollo.
  • WebAccess: qui è spiegato bene; in breve si tratta della possibilità di accedere a LinkStation Live anche da internet, ovunque vi troviate. Potete decidere quali condivisioni rendere accessibili e eventualmente proteggerle con password. Il tutto senza neppure toccare il vostro router: tramite UPnP il disco fa i suoi magheggi e pubblica da sé le porte necessarie per l’accesso dall’esterno. Potrete raggiungere Link Station anche se avete solo un IP pubblico dinamico: un apposito servizio gratuito di Buffalo fa le veci di DynDNS in modo estremamente più semplice.
  • Server DNLA. L’unità è in grado di condividere la libreria multimediale con un player/set top box in modo trasparente, per rendere disponibile i suoi contenuti in rete in modo che possano essere riprodotti sul televisore di casa, ad esempio. E’ sufficiente un media player che supporti DNLA, e credo siano la maggior parte.
  • Server iTunes. Tutta la libreria multimediale è condivisibile e può essere riprodotta via rete tramite un normale client iTunes, la vedrete apparire nell’elenco delle librerie condivise, sulla sinistra dello schermo.
  • Semplicità di configurazione: un utente con medie conoscenze tecniche è in grado di fare cose impensabili fino a qualche anno fa senza essere tecnici abbastanza evoluti. In particolare tutta la configurazione della procedura di accesso dall’esterno è realmente semplice da configurare e non serve familiarità con concetti come routing, NAT o port forwarding per ottenere risultati in poco tempo.

In conclusione: devo confessare che quando Paolo mi ha proposto la prova di LinkStation Live ho accettato aspettandomi un disco ethernet qualsiasi con qualche ammennicolo in più, invece il gran numero di funzioni, la praticità della gestione e la semplicità d’uso mi hanno appassionato. E’ un oggetto molto bello che ha solo il torto di essere difficile da “capire” e da “spiegare”, viste le sue potenzialità. Se proprio devo cercare un difetto, direi che un server VPN l’avrebbe reso l’arma finale: una implementazione di OpenVPN, ad esempio, magari con una gestione semplificata e un piccolo client da installare per ottenere accesso alla propria rete locale dall’esterno completerebbero questo oggetto nel migliore dei modi.

LinkStation Live esiste in tagli da 500GB, 640GB, 1TB e 1,5TB, i prezzi sono rispettivamente 160, 180, 210 e 260 euro IVA compresa. Si tratta di costi tutto sommato convenienti viste le caratteristiche del prodotto che mi sento di consigliare a chi abbia bisogno di uno storage multimediale con caratteristiche avanzate, ma non abbia le capacità o la possibilità di installare un server apposito e di configurare un router di conseguenza.

Trasparenza per un mondo migliore: l’unità mi è stata prestata, e la restituirò a Preview, che ringrazio nella persona di Paolo. Non ho percepito alcun compenso per scrivere questo post, né mi è stato richiesto qualcosa che non fosse esprimere liberamente le mie opinioni. Perché lo faccio? Mi piace giocare con la tecnologia e cerco di scrivere la recensione che vorrei trovare io quando cerco notizie di un prodotto.

42 Commenti

dema | #

Esiste la possibilità di attivare uno share NFS ?
Mi sarebbe utilissimo per ESX

Andrea | #

No, NFS non è supportato. Supporta SMB/CIFS, AFP, FTP e DNLA, oltre a AppleTalk.

Edmondo | #

Grazie Andrea,

cerco proprio un disco del genere. Finora ero orientato verso il WD My Book World Edition ma adesso mi prendo il tempo di confrontarli per bene.

Giorgio Zarrelli | #

Andrea, c’è la possibilità di criptare il disco in maniera trasparente?

Marco debba | #

Grazie mille Andrea, sto cercando qualcosa del genere e fino ad ora ero indeciso tra LaCinema Black MAX e LG High Definition Disc Player.
Ora grazie a te, la mia indecisione è aumentata 🙂

(Lady).Chobin | #

MMM Sempbr amolto interessante, lo proporrò al mio “moroso” 😀

theus | #

Hai mai provato le versioni con due dischi (mirror) ? Sto cercandone uno ma che mi dia un po’ di affidabilità … La ventola serve per raffreddare il disco ?

manfrys | #

Non so se trovo interessante più questo o la serie Qnap 😉

Andrea | #

@theus: non ho provato la versione RAID. La ventola serve per raffreddare disco e elettronica.

keper | #

Il cliet torrent gestisce anche i feed rss? Sarebbe una vera figata!

Andrea | #

@keper, no, niente RSS. Ma vista la natura dell’oggetto e l’utenza a cui è rivolto, ci può stare….

unwiredbrain | #

Domanda puzzona ma non troppo: BitTorrent a quale client è affidato?
rTorrent e interfaccia web?
Client ad hoc?
Magia, incertezza e speranza?
Criceti e/o altri piccoli roditori pelosi, paffuti, di piccola taglia e propriamente addestrati?

Andrea | #

@unwiredbrain: non è dato sapere. C’è un’interfaccia web e tanto basta. I criceti saranno dentro, non so.

unwiredbrain | #

@Andrea: grazie comunque.

Emanuele | #

Interessanti le versioni a doppio disco. Non avere un mirror dei file, in hard disk così grossi mi fa paura. Ho un Lacie ethernet da 500GB e sono sempre indeciso se usarlo per file importanti o meno…
Ciao,
Emanuele

Luciano | #

Ciao Andrea, è possibile usare il disco come se fosse un comune hd usb, o la porta usb serve solo per collegare altri hd/stampanti? Grazie
Luciano

Andrea | #

Si usa solo via rete. Via USB perderebbe tutte le catratteristiche tecniche. Allora tanto vale spendere la metà e prendere un comune disco esterno.

Alessandro | #

Ciao Andrea,
come ho letto il tuo articolo me ne sono comprato uno: l’ LS-CH500L per l’esattezza 🙂
In pratica è quello che andavo a cercare dal un bel po’ di tempo!

Ottima recensione

stradamax | #

Grazie per la recensione,
nel caso venisse abilitatala funzione “Time Machine” e quindi il disco venisse visto da un Mac come una unità Time Machine poi le “figate” che hai elencato si andrebbero a perdere?
Grazie ancora.

Napolux | #

Sembra proprio un bel prodottino…

Dr | #

Sembra un ottimo prodotto. Sai se è possibile collegare via usb il WD Media Player per accedere ai contenuti multimediali?

Mirco | #

con questa nas posso mettere tutte le mie foto e film di qualsiasi formato e li vedo nella mia tv tramite la rete con il sistema dlna senza bisogno di un pc con installato TVersity Media Server??
ciao e grazie

Andrew | #

@stradamax: l’ho preso, provato e ‘gustato’ e ti posso confermare che funziona come Time Machine senza per questo rinunciare alle altre funzioni. Veramente un bell’oggetto.

andrea | #

Ciao vorrei sapere se secondo te è meglio questo prodotto oppure un synology 109j( che dovrebbe essere meglio da quanto ho letto), ma ha molta meno potenza e ram, quindi non vorrei che mi si piantasse, dato che vorrei sfruttare i torrent a pc spento.
Oppure un linksys nslu con hdd usb.

Grazie e complimenti per le recensioni

Mirco | #

ciao
con questa nas posso mettere tutte le mie foto e film di qualsiasi formato e li vedo nella mia tv tramite la rete con il sistema dlna senza bisogno di un pc con installato TVersity Media Server??
ciao e grazie

giuseppe | #

Ho difficoltà a configurarlo come server ftp. Quando uso filezilla mi dice, connesso in attesa di messaggio di benvenuto… ma poi, non è possibile collegarsi al server. Ho l’indirizzo ip statico, ho aperto la porta 21 sul router Alice gate 2 plus (TCP. Non sò più dove sbattere la testa. Help

manu | #

Ciao Andrea sai per caso l’unita va liscia con il supporto dlna delle televisioni Samsung vorrei utilizzarlo per questo scopo.
Ciao
Emanuele

Mirko | #

Ciao Andrea,
ho preso quello da 1TB e col MAC, va tutto bene, qualche problema con la configurazione, ma la Buffalo offre un gran supporto telefonico, a differenza di Belkin (mi servirebbe per mettere i file in ftp, se hai qualche guida utile per un belkin F5D7633-4..in rete tanti casini e tante soluzioni che mi hanno bloccato il Router per una settimana).
Condivide Itunes alla grande, solo che non puoi in un unica operazione importare la musica in libreria… I torrent alla Grande, scalda poco se non appoggiato ad un tavola ma in appoggio ad una griglia sospesa… insomma il BUFFALO cavalca alla grande.
Mirko

pelliz | #

Ciao Andrea, intanto complimenti per la recensione, che mi ha aiutato a decidere. Alla fine ho preso il LinkStation Live da 1,5TB che mi è arrivato ieri. L’ho installato su Win ed ora lo stò usando con Ubuntu: al momento sembra funzionare egregiamente, anche la parte Torren è molto veloce (compatibilmente con il numero di seeds). Davvero un gran bel prodotto. Unica pecca, se vogliamo, il mancato supporto ufficiale a Linux.

giuseppe | #

Ho acquistato il Linkstation, ma non riesco a scaricare i torrent. Ho un router Alicegate 2 plus WIFI, ho aperto la porta 6881 sul virtualserver, ma quando vado a scaricare il torrent non si muove di pezzo, non trova seed e rimane fermo. Dove sbaglio?

alberto | #

ciao…domandona

ha la possibilita di fare backup di se stesso su un disco usb collegato ?

grazie

carlo | #

Ciao,
mi piacerebbe utilizzare il linkstation collegato al mio router wifi linksys in modo da spostare lì tutti i miei file video e musicali. Possibile?
Grazie

enrico | #

Dispone o esiste la possibilità di aggiungere un syslog daemon per collezionare dati inviati dall’esterno in questa modalità?
Grazie

Mauro | #

Buongiorno Andrea e complimenti per l’ottima recensione. Ho appena acquistato un samsung c8000. Ho un notebook dlna e installato sul pc fisso share manager 4.2. Dal televisore, con i pc accesi, vedo benissimo i contenuti condivisi. Mi piacerebbe mettere in rete un hd per scaricare e vedere i contenuti direttamente sul tv senza tenere acceso il pc come faccio adesso. Ho fatto varie prove con un disco usb collegato al router e in rete con un freecom network drive (non dlna) da 250gb ma non riesco ad entrare nelle cartelle appare il msg (condivide solo voci cartella). Da quanto ho capito il disco recensito potrebbe risolvermi il problema?
Grazie se mi vorrai senza impegno risponderee. Ciao:)

Simone | #

Ciao Andrea,anche io ho acquistato questo disco e lo vorrei utilizzare anche come Time Machine,ho seguito tutta la procedura che ho sul manuale e lo vede benissimo,ho deselezionato le cose che voglio avere la copia e lanciato timeMachine ma dopo qualche minuto mi appare il messaggio (Time machine non può completare il backup. Impossibile creare l’immagine disco di backup “/Volumes/iMac_Simo-1/ – imacsimo.sparsebundle” (errore 45)
Mi sapresti dare una mano ?

Mirco | #

Ciao,
ho un problema, non riesco ad installare la LinkStation Live mi da un errore “Nessuna Linkstation trovata”, ho uno switch Zyxel desktop Ethernet, ho fastweb, e una scheda Realtek Pcie Gbe Family Controller, l’ ho collegato come dicono le istruzioni ma niente da fare non lo vede…..

carmelo | #

ciao volevo chiederti un consiglio
ho anch’io la lin station LS-cHLE3D
ho abilitato bit torrent e il download folder
come da istruzioni ho cliccato su
Open download manager e mi compare una finestra che dice:

Un nome utente e una password sono stati richiesti da http://192.168.1.115:9090. Il sito riporta: “uTorrent”

domanda: non capisco che nome utente e che password devo inserire
grazie

Oranto | #

Rispondo a Carmelo… Devi usare gli stessi nome utente e password che hai usato per il webaccess. Da non confondere con quelli che usi per accedere alle impostazioni del NAS.
Io ho preso da pochi giorni il NAS da 2 tb, acceso 24 su 24′ e tramite dlna accedo da tutte le postazioni su cui ho periferiche dlna ( ps3, server multimediale auto costruito con xbmc ubi tu, e meraviglia delle meraviglie anche con ipad2) invece a distanza non riesco ad accedere tramite web access, dice sempre richiesta scaduta, se qualcuno ha risolto kit faccia sapere.

leggera | #

Salve,

ho appena preso questo link station live.
L’ho istallato e tutto funzionava bene.
Poi ho cercato di cambiare posto e metre era su ON si è staccato il cavo dell’alimentazione.
L’ho letto dopo che non bisognava farla questa manovra.
Come posso ovviare a questo inconveniente dal momento che non configuro più niente e non entro in torrent ed il nas navigator mi fa vedere il disco con un punto interrogativo ?

Grazie per l’aiuto.

martharose | #

ciao Andrea , la recensione sembra di un ottimo prodotto , ma come accade in alcuni casi credo manchi la ciliegina sopra.Secondo te è possibile installarvi un programma per gestire un server privato , magari slavanap per client winmx?
Grazie