Andrea Beggi

La miglior difesa contro la logica è l'ignoranza.

Stai in bolla

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

“Stai in bolla”, mi hanno detto.
Quando arriva un brutto periodo, quando qualcuno che ami sta male, non cadere. Reagisci al cambiamento e non lasciare che ti sposti, che ti trascini via.
“Stai in bolla”. Approfitta di quello che la vita ti ha mandato e trasformalo in qualcosa di nuovo. Non accettare passivamente, non farti sommergere dallo sconforto e mantieni il controllo della tua vita; cerca sempre dentro ogni cosa che ti accade e lascia che ciò che trovi ti arricchisca.
“Stai in bolla”. Non perdere il tuo centro di gravità, non dargliela vinta. Quando sembra che la mancanza di qualcosa ti pieghi e ti allontani dalla perpendicolare, aggiungi qualcosa di tuo da un’altra parte e raddrizzati.
“Stai in bolla”. Usa l’amore come un cuneo, una zeppa emotiva che ti mantenga stabile. Approfittane per colmare vuoti e lacune che hai sempre avuto, dai una svolta alle cose e ricavane tutto quello che puoi.
“Stai in bolla”. Lasciati arricchire e non frustrare, sostieni gli altri perché facendolo troverai un appoggio che aumenterà la tua stabilità.
“Stai in bolla”. Pratica un po’ di “ecologia emotiva”, mantieni una percezione più distaccata e non permettere che i momenti buoni vengano schiacciati dall’angoscia.
“Stai in bolla”, mi ha detto una persona saggia.

“Non è mai troppo tardi per spaccare il guscio in cui siamo chiusi”.

27 Commenti

Barbara | #

Mi spiace se è un brutto periodo Andrea , il post è bellissimo .

malex | #

Belle, belle, belle parole.
Grazie.

xlthlx | #

Quella persona è davvero saggia, soprattutto quando ti ha detto di spaccare il guscio. Fossi in te, la seguirei.

Emanuele | #

La vita è una ruota. Abbiamo tutti gli alti e i bassi… ma si torna sempre su! Ci vuole pazienza, forse è questa la dote più importante! 😉
Ciao,
Emanuele

Alberto | #

Com’e’ che ogni volta c’e’ un errore,
ci si sbaglia, ci si imbroglia,
ogni volta c’e’ un dolore,
un masochistico piacere,
nella tua storia, cosi’ unica,
cosi’ fantastica,
anche se,
non e’ andata male solo a te.

MARCELLO PIERI

stregatta | #

Passerà…O come direbbe Chiara Gamberale “arrivano i pagliacci”. ;-*

ken | #

Concetto molto bello Andrea. Aggiungerei solo: se in qualche momento ti accorgi che non sei proprio esattamente in bolla, lascia andare, niente panico. Guarda un po’ da che parte devi equilibrare, e fallo appena le circostanze te ne danno la possibilita’.
Ciao 🙂

Silvia | #

Che coincidenza leggere parole come queste proprio mentre cerco di smaltire un dolore grande e profondo, anche se so che non se andrà mai. Grazie Andrea, sono parole bellissime.

Pismoinside | #

Andrea, stai in bolla, ti vogliamo bene! un abbraccio forte…..

Laura | #

Toccata nel profondo, vicina a te…un abbraccio e un augurio….

Irrisolta | #

Beh lo coniugherei con un “Stai in bella” che sottende la copula con una gnocca 🙂

Irry in stupidera

rob | #

Caro Andrea, mi dispiace se purtroppo stai attraversando un momentaccio, credimi posso capirti, per me che dal 6 aprile sono nello status di terremotato, ed in 20 secondi ho perso casa, lavoro ed un attività avviata. nonostante tutto mi ritengo un uomo fortunato perché ho la famiglia sana e salva. se questo può essere considerato un contrappeso da mettere dall’altro lato della livella, allora anche io sono ” in bolla “. un abbraccio forte. rob

Andrea | #

Grazie, Rob.
In realtà va meglio. Ti ammiro per la tua forza d’animo: sono certo che con il tuo atteggiamento in poco tempo ritroverai tutta la tua serenità. In bocca al lupo.

marianna | #

…le tue parole mi hanno disarmato,mi hanno catturato,le ho sentite mie,le ho amate perchè cariche di quel sapore di chi ha un mare in moto nella sua anima…che grande piacere essere inciampata qui!!!!

andrea | #

stavo per dirti “coraggio” ma ho letto che gia va meglio…

ma questo post l’hai scritto anche per me? dovrei stampare quest’articolo e leggerlo tutte le volte che qualcosa non va, per farmi forza.

su dai!

mariocroce | #

Grazie, il post è molto bello e utile… saluti

Chit | #

Post molto bello, solo che il consiglio finale in queste situazione è più facile a dirsi che a metterlo in pratica.
In bocca al lupo anche a te!? 😉

ludovicovan | #

Beh, sar√† un caso, ma uno dei pi√π famosi rituali antistress consiste proprio nel far scoppiare le bolle d’aria!! (quelle usate come protezioni per gli imballaggi)
Ne esiste anche una versione virtuale.
😉

Roberto G | #

Ciao Andrea, non ho potuto resistere a non condividere questo post su FB, sembrano parole cucite addosso a me in questo momento. Ce la sto mettendo proprio tutta… spero solo che basti. Grazie ancora e in bocca al lupo,
Roberto G

spidos | #

Ciao Andrea, questa “Bolla” mi ricorda i seminari di “Reiki”. Spero che tutto sia passato per il megio…comunque il post è scritto benissimo
complimenti