Andrea Beggi

Perché non si può essere sempre la parte migliore di noi stessi.

Backup su Amazon S3 da linea di comando

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Solito appunto per non dimenticare.

Per fare un backup o una sincronia verso Amazon S3 da un server linux qualsiasi, che potrebbe essere anche il server del vostro hosting (se avete accesso alla shell) si usa S3cmd.

Ha il vantaggio di non richiedere privilegi root per funzionare. Si scarica e si copia in una directory e quindi si procede alla prima configurazione, da fare una volta sola, con:

./s3cmd --configure

I dati di accesso si prelevano nella sezione Security Credential della pagina dell’account S3. Se serve si può creare un nuovo bucket con:

./s3cmd mb s3://nome-bucket

Per sincronizzare una directory locale con una su S3 si usa:

./s3cmd sync  --rr --recursive dirlocale s3://nome-bucket/dir-remota/

Visto che si tratta di un sync, si può tranquillamente usare --rr per impostare lo storage a ridondanza ridotta, più economico.

La lista dei comandi e dlle opzioni disponibili si ottiene con:

./s3cmd --help

Funziona bene e ha il vantaggio di utilizzare la banda tra i due server e non quella del vostro client.

Un commento

Mario Santagiuliana | #

Per puro caso sono in cappato in questo articolo 🙂 e per casualità in questi giorni stavo ri-guardanto s3tools. Da circa un anno non visionavo il loro portale. Ho notato che hanno introdotto importanti novità, tra cui anche il supporto tramite repository alle distribuzioni Linux più blasonate.

Scrivo però questo commento per segnalare un altro strumento di backup da usare con Amazon S3: duplicity. Sito web:
http://duplicity.nongnu.org/

Qualche tempo fa inviai qualche patch, per uno script bash per interfacciarsi a duplicity in modo facile, a Damon Timm.
http://blog.marionline.it/foss/#dt-s3-backup

Magari può tornare utile 🙂