Andrea Beggi

You can fool some people sometimes but you can't fool all the people all the time.

Importare Outlook Express in Outlook 2007 o 2010 su Windows 7

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Può capitare che qualche utente si decida a cambiare il suo computer antidiluviano con una macchina di questo secolo, il che pone il problema del trasferimento dei dati. Spesso queste cariatidi a spinta sono tanto vecchie che non supportano il “trasferimento guidato file e impostazioni”, il che comunque non sposterebbe il problema perché l’utente ha la posta su Outlook Express. (“Buongiorno, che programma usa per la posta?” – “Outlook” – “Sì: Outlook Express o Outlook e basta? C’è differenza.” – “…” – “OK: icona azzurra o icona giallina?” – “Azzurra! (Annuendo energicamente)” – “Outlook Express.” – “Ah quelle cose io non le so, io mando le mail e basta!”).

Tra Outlook di versioni diverse il problema non si pone, poiché tutte le mail e i contatti risiedono in uno o più file con estensione .pst, che tutte le versioni sono in grado di leggere e importare. Non ci sono grossi problemi neppure se Outlook risiede sullo stesso computer dov’è installato Outlook Express: l’importazione diretta funziona abbastanza bene.

Purtroppo Outlook non supporta l’importazione del database delle mail da Outlook Express se questo risiede su un computer diverso, quindi non è possibile l’importazione diretta. Tra l’altro ci sono spesso problemi perché potrebbe capitare che le date dei messaggi vengano importate malamente, rendendo vana l’operazione. Windows 7 non supporta l’installazione di Outlook Express, e spesso non ci sono risorse, tempo, e licenze per installare Outlook sul vecchio computer e importare da lì. Per fortuna si può usare Windows Live Mail (WLM), disponibile gratuitamente nel pacchetto “Live” di Microsoft, e WLM va installato sul nuovo computer.

Una volta installato WLM, tramite l’apposito menu è possibile importare le mail “puntando” a una cartella contenente il database di Outlook Express, sia essa in una cartella locale, su un disco esterno, o condivisa tramite la rete. (La collocazione della cartella sul computer vecchio si determina con un clic tasto destro su “Posta in Arrivo”). Dopo aver verificato che tutta la posta sia stata correttamente importata, sempre dal menu di WLM bisogna esportare il database. Attenzione perché questa è la parte meno intuitiva del processo. Intanto bisogna avere già installato e lanciato almeno una volta Outlook, poi dal menu esporta di WLM bisogna scegliere “Esporta in Exchange”, anche se l’altra opzione sembra più corretta e anche se non utilizziamo Exchange, ma solo POP3 o IMAP. A questo punto WLM “spara” le mail nel database di Outlook. Sarà sufficiente riordinare le cartelle (la posta viene messa in un albero chiamato “cartelle importate”) copiando la posta nel posto corretto, questione di qualche click.

Per i contatti, WLM importa la rubrica del computer vecchio che si trova in un file con estensione .wab; cercatelo perché la posizione dipende da non ho ancora capito cosa. Poi da Outlook, questa volta, si sceglie l’opzione per importare i contatti da Windows Mail.

Le impostazioni dell’account POP3 o IMAP le dovrete ricreare a mano, il che vi porterà via pochi secondi. Quello che vi farà perdere tempo sarà recuperare la password, che l’utente non sa quasi mai e non ha spesso idea di come reperirla. Piuttosto usare quei programmilli che si frappongono tra il client e il server POP e “rubano” la password salvata per mostrarla in chiaro.

 

 

27 Commenti

Mike | #

True story.. ogni volta che mi capita di leggere che non sono l’unico ad avere questi problemi ASSURDI (Per quale diavolo di ragione Outlook Express non deve essere compatibile con quell’Outlook della stessa Microsoft!??!?!?!) mi rendo conto di quanto il nostro mestiere sia così sottovalutato..

Ciccio | #

Le liste di distribuzione…. non puoi importare le maledette liste……

Efrem | #

Giusto un mese fa ho sbattuto la testa per ore alla ricerca di una soluzione (gratuita), ma non ne sono venuto a capo.
Non si capisce perché gli sviluppatori non mettano in preventivo i passaggi da sistemi obsoleti…

Grazie 😉

camu | #

Ma non si potrebbe configurare un account IMAP su Outlook Express, “copiare” tutta la posta lì dalle cartelle locali, e poi “scaricarla” sul nuovo PC?

Thomas | #

Se si è in ambiente casalingo consiglio MailStore Home (http://www.mailstore.com/en/mailstore-home.aspx), oltre a fare le funzioni di un backup navigabile e con funzioni di ricerca, è ottimo per spostare la posta da un client ad un altro!

Andrea | #

@camu: giga e giga di posta? se riesci a far pagare il cliente mentre guardi il monitor e aspetti che le mail passino *due volte* da internet, accomodati. 🙂

Alberto | #

Buona soluzione! Io solitamente installo outlook sulla macchina dove era presente solo outlook express; automaticamente chiede se si vuole importare posta e account; successivamente esporto la posta da outlook in formato pst. Per quanto riguarda le impostazioni degli account utilizzo mailpassview, che crera un bel report in html da lasciare al cliente “smemorato”.

Francesco | #

Credo che l’unica versione di Outlook che permetta la soluzione di Alberto sia la versione 2003. Se nn si ha a disposizione o se per qualche ragione non è possibile provvedere all’installazione di 2003 anche io non ho trovato alternative che ad una procedura analoga a quella descritta da Andrea.

Ciao a tutti

Alberto | #

Con outlook 2007 funziona, con il 2010 in questo momento ho qualche dubbio :-). Windows live mail è sicurmante a portata di mano, è che proprio non lo sopporto….
Saluti a tutti.

claudio | #

Io ho risolto tutte le menate da molto clienti imponendo thunderbird che e’ compatibile anche con eudora a livello di files e importa da parecchi mailer.
outcrock dove e’ rimasto (in entrambe le declinazionisig) da solo problemi.
al limite l’unico vantaggio del programma MS che si inchioda e perde la mails e’ che molti programmi di sincro (apple per es che e’ controllata da MS) non vedono che outcrock

Andrea | #

Claudio, il cliente paga. Non posso “imporre” alcunché.

Stefano | #

Non mi risulta funzioni l’importazione diretta dei contatti da Windows Live Mail. Il modo che ho trovato è quello di esportare i contatti come biglietto da visita (.VCF), solo che da Outlook 2010 li devi importare singolarmente uno ad uno, procedura possibile se i contatti sono pochi. Se sono molti, da WLM puoi esportarli come valori separati da virgola (.CSV), prima di importarli in Outlook 2010 è necessario entrare nel file con un editor di testo, sostituire tutti i caratteri ‘;’ con ‘,’, da Outlook 2010 si può quindi importare il file, mappando prima almeno il nome e l’indirizzo di posta elettronica con i corrispondenti campi sulla destra.

claudio | #

Anche i miei clienti pagano
L’imposizione e’fatta cosi’:

caso A
il coso che cosa la posta me lo metti?
si (trac thunderbird!)

caso b
mi metti outcroc?
certo e la Licenza?
Quale licenza?
100 sacchi!
qualcosa di piu’ economico?
si Thunderbird

eccetera…
Bisogna anche far si che i computer quando si incasinano (perche’ poi ci riescono sempre) siano facili da sistemare!
Quante volte ho dovuto recuperare roba dai FS e Th scrivendo banali .txt e’ facile da sistemare.

Andrea | #

Eh, ma la licenza di Outlook la hanno già compresa con Office. Viene via a costo zero, per loro.

Antonio | #

Scusate se vado OT…ma c’è un modo di velocizzare outlook 2007 con un account email di 20gbyte? 🙂
Grazie

n3m0 | #

Andrea, tutti i tuoi clienti comprano una licenza di Office? Dimmi come fai, ti prego!
Pure io ho risolto con mailpassview + Thunderbird.
Tra l’altro trovo che Outlook sia pessimo… Non fosse altro per la mancanza di un tool che importi TUTTO senza problemi. Fare tre passaggi per recuperare la posta è assurdo :\

claudio | #

“la hanno già compresa con Office”
Dipende perche’ siccome in genere le licenze le comprano goccia a goccia se usi openoffice che fra l’altro e’ piu’ compatibile con i vecchi file di MSoffice medesimo e non ha la ribbon terrificatrice non e’ cosi’.
Solo io tutte le volte che devo chiedere 200 sacchi per un office annaspano?
Poi outlikebalcon fino alle ultime pezze si incartava con imap, cosa che TH gestisce da anni senza una piega.
L’unica cosa che non e’ gestibile e’ la maledetta rubbrica condivisa, ma per farlo sotto outcrock vuol dire un caos comunque (alias soldi).

Io personalmente preferivo la semplicita’ di eudora (anche se a pagamento), 2 tasti e avevi tutto cio’ che ti serviva, ma a me danno dello strano.

Andrea | #

OO non lo vogliono vedere neppure col binocolo. IMAP non sanno cosa sia, o perché hanno Exchange o perché non voglio che facciano casini con la posta. (Poi se la perdono).

Andrea | #

@camu
effettivamente tempo fa mi era capitato di dover spostare 7 o 8 cariole di posta da oexpress a outlook, ed ho fatto un serverino imap casalingo su debian

flod | #

Due precisazioni sui contatti.

Non è indispensabile individuare sul disco il file .wab, dalla rubrica di OE è possibile esportarlo dove si preferisce

Importazione contatti:
a) Doppio clic sul file WAB, i contatti vengono importati nella rubrica di windows
b) Outlook 2010: File -> Apri -> Importa -> “Importa messaggi e indirizzi Internet”, lasciare spuntato “Importa rubrica” e selezionare Outlook Express, ecc. ecc.

Senza il primo passaggio, pur avendo importato la rubrica in WLM, veniva importato solo un contatto (quello creato di default per l’utente di Windows).

Lazza | #

Non mi è chiara una cosa…

Può capitare che qualche utente si decida a cambiare il suo computer antidiluviano con una macchina di questo secolo, il che pone il problema del trasferimento dei dati. Spesso queste cariatidi a spinta sono tanto vecchie che non supportano il “trasferimento guidato file e impostazioni”

Quindi in sostanza valuti la “vecchiaia” di un computer dal software che ci sta sopra? Perché mi pare che il “trasferimento guidato file e impostazioni” sia una funzione del software (e pure su quello sarebbero da fare commenti). O magari ho solo capito male il senso dell’introduzione, nel qual caso mi scuso. 🙂

Andrea | #

Non ho capito il commento. Sono computer vecchi, lenti e poco produttivi. Magari con Windows 2000 Pro.

Max B. | #

@ Alberto e Claudio: Salve, il mio problema è che utilizzo Outlook Express per lavoro dal 2002, come mails ho circa 72 GB di materiale che non posso perdere e che devo sempre avere sott’occhio. So dove sono localizzati i files .dbx per cui ogni giorno faccio un back-up copiandoli su un hd esterno. Anni fa provai a istallare Thunderbirth ma al momento dell’importazione dei messaggi si impallò tutto, all’epoca se non ricordo male avevo XP su un Pentium 4 con poca ram e i files .dbx saranno stati 20-30 GB. Su un altro computer ho provato a utilizzare Windows Live Mail ma ho scoperto che posso operare soltanto quando sono connesso e questa cosa mi risulta scomoda perché vorrei preparare e ordinare le mail anche in luoghi in cui non c’è rete. Siccome su un altro computer ho istallato Win7 e Microsoft Office Outlook 2007 stavo valutando la soluzione di Claudio o la soluzione di Alberto ma si impallerà importando 72 GB di messaggi? Cosa mi consigliereste di fare? Perché se non troverò soluzioni sarò costretto a restare con XP e Outlook Express 🙁

vittorio | #

Io da vent’ anni uso OutlookExpress. Ho inserito sia i relativi database (attualmente 730MB) che la rubrica in una sincronia file con il mio server per cui non ho mai perso nessun dato. Eseguo regolarmente la compressione cartelle per non incorrere nella PERDITA INSTANTANEA DI TUTTI I DATI quando uno dei .dbx dovesse raggiungere il limite dei database di Access su cui è basato, ovvero 2GB. Comunque i messaggi restano in OutlookExpress provvisoriamente finchè li sposto nelle varie cartelle assieme a tutti gli altri documenti e qui c’ è il problema per il quale non ho ancora trovato il sostituto a OE. Sia Thunderbird che WLM infatti quando trascino il file in una cartella di windows ci cambiano la data non permettendomi il corretto sort dei file nella cartella o una ricerca per data. Questo errore OE non lo fa. Ennesima dimostrazione dell’ involuzione della funzionalità dei sistemi hardware e software

Jonathan | #

Intanto vorrei ringraziare per questa guida, ma ho dei problemi quando vado a passare i messaggi da WLM a Outlook 2010… mi dice impossibile inzializzare MAPI (o qualcosa del genere) dove sbaglio?

Maryly | #

Seguendo la guida presente in questa pagina, ho trasferito le mail da outlook express a windows live.
Ciò che non riesco a fare adesso è il trasferimento dei contatti.
Ho seguito la guida ma trasferisce in windows live solo pochi contatti e non tutti.
Come posso risolvere il problema?
Grazie a tutti!!!!!!