Andrea Beggi

These things, they go away, replaced by everyday.

Sitecom Network TV Media Player MD-273

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Sto provando da qualche giorno un Sitecom Network TV Media Player. Si tratta di un media player declinato nella sua espressione più classica: preleva contenuti dalla rete locale o da un’unità USB collegata localmente e li riproduce sul vostro televisore.

E’ un oggetto compatto e poco appariscente, le plastiche sono di ottima qualità e l’assemblaggio è ottimo; la dotazione comprende il telecomando, l’alimentatore, un cavo di rete, un cavo AV composito, un cavo HDMI, un CD con il manuale e un paio di flyer. Tutti i dati tecnici si trovano sul sito Sitecom, al link qui sopra.

Sul retro si trovano le porte di alimentazione, HDMI, rete ethernet, AV e S/PDIF, sul davanti il pulsante di accensione, due spie e due porte USB, una per un eventuale dongle Wireless e l’altra per una chiavetta o un hard disk.

L’installazione è semplicissima e si limita al collegamento dei cavi: in pochi secondi il media player è acceso e configurato, pronto per riprodurre contenuti HD o SD sul vostro televisore. Durante qualche giorno di utilizzo mi sono fatto un’idea su questo prodotto, ed elenco qui le mie opinioni.

  • I menu. Ormai gli schermi hanno un gazzilione di pollici, ma font minuscoli e un’inspiegabile confinamento in un terzo dello schermo, usando il resto per degli inutili ghirigori, non favoriscono certo la leggibilità. Ho iniziato a usare il player con un televisore a 32″ SD e le voci del menu si leggevano a malapena. Su un 37″ HD le cose migliorano, ma davvero non si capisce perché il testo non sia più grande e più leggibile. Il funzionamento è un po’ macchinoso, e certe funzioni poco intuitive richiedono un po’ di abitudine.
  • Il telecomando. Quello che ho trovato nella confezione è piccolo e dall’aspetto molto economico. E’ lento e non si capisce mai se il comando sia stato ricevuto dall’unità, producendo a volte delle doppie pressioni che infastidiscono parecchio. Sul sito il telecomando mostrato è molto diverso ed è addirittura dotato di una tastiera. Forse l’unità che mi hanno mandato in prova è un prototipo. L’unica cosa che si percepisce di oggetti del genere sono i menu ed il telecomando. Buoni menu e un telecomando che stia bene in mano e funzioni senza problemi sono parte molto importante dell’esperienza di utilizzo.
  • L’installazione: molto semplice, non richiede particolari nozioni tecniche, basta collegare i cavi e accendere (tutti i router casalinghi hanno un server DHCP attivo di default). L’unità non emette nessun rumore perché non ha nessuna parte in movimento. Scalda un minimo, ma è normale per questo tipo di apparecchi.
  • I servizi aggiuntivi sono migliorabili: YouTube XL non funziona a schermo pieno, o almeno io non sono riuscito a farlo perché richiederebbe un mouseover per visualizzare il pulsante apposito, cosa che con il telecomando non si può fare. Il client Flickr è assolutamente inutile: mostra 50 foto a caso prese non si sa dove e non si sa di chi, senza possibilità di vedere le  proprie foto e quelle dei propri contatti. Picasa non l’ho provato.
  • Esiste un telecomando software da installare sul proprio smartphone, sia per Android che per iOS, che migliora un po’ l’esperienza, soprattutto grazie alla tastiera virtuale. Riproduce fedelmente il telecomando in dotazione, quindi aggiunge poco. La modalità di utilizzo “swype”, che permetterebbe di usare lo schermo del telefono senza guardare, non funziona benissimo.
  • L’accesso alla rete locale funziona bene. Le share che necessitano di autenticazione possono essere salvate come segnalibro, in modo da non dover introdurre ogni volta la password. Puntando un browser all’IP del media player appare una schermata, che definire rudimentale è un complimento, tramite cui si possono compilare i campi testo senza usare le frecce del telecomando. Leggermente più comodo ma neppure troppo. Se si attiva la funzione NAS, si può accedere al contenuto del dispositivo USB collegato tramite la rete.
  • La parte più importante è eccellente : questo player riproduce qualunque file video senza incertezze e con grande qualità visiva. Anche contenuti a 1080p, che hanno messo in crisi un altro player, vengono caricati rapidamente e riprodotti benissimo. Avanzamento e “retrocessione” veloci funzionano. Il supporto per i sottotitoli è perfetto e il testo è chiaro, grande e ben posizionato. Durante le mie prove non è mai andato in crisi e durante la riproduzione dei film si faceva dimenticare, che è un punto a favore per un media player.

Il telecomando è già migliorato, spero che menu ed interfaccia migliorino con un prossimo aggiornamento del firmware. Il Sitecom Network TV Media Player MD-273 (scegliere nomi più semplici mai, eh?) è un prodotto efficace malgrado alcune pecche. Esistono prodotti analoghi un po’ più “maturi”, ma l’oggetto ha margini di miglioramento perché la base è certamente buona.

Lo comprerei? Sono rimasto favorevolmente impressionato dalla sua robustezza, sia meccanica che di riproduzione; se avesse una migliore interfaccia sarebbe certamente un sì. Così com’è adesso, aspetterei che migliorasse.

Un grazie a Barbara De Angelis di Sitecom che mi ha prestato il prodotto per questa prova.

3 Commenti

barnybx | #

Mi ricordo che avevi recensito anche il WD TV Live, ti sembra migliore? ha qualche novità rispetto al WD.

Visto che ci siamo ti auguro un buon fine anno tra feste e tavole imbandite.

Ciao e grazie

Andrea | #

Grazie auguri anche a te. Il WD ha un’interfaccia migliore, il Sitecom supporta meglio alcuni tipi di file.

Alessandro | #

Ciao, sai se permette di configurare un proxy?
Grazie
Alessandro