Andrea Beggi

Could you help me scratch my electric itch?

ASUS ZenBook UX305

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

fg

Sto provando da qualche giorno un ASUS ZenBook UX305. Si tratta di un portatile molto leggero e sottile, con il corpo in alluminio, uno schermo da 13,3 pollici una CPU Intel® Core M, 8 GB RAM e un disco SSD da 250 GB. Tutte le specifiche tecniche complete si trovano sul sito del produttore.

Questo ZenBook trasmette una sensazione di robustezza malgrado sia estremamente sottile e leggero: lo spessore di 12 millimetri lo rende uno dei portatili più sottili sul mercato in questo momento, e il peso è di soli 1,2 Kg. Tutte le superfici sono molto gradevoli al tatto e non particolarmente scivolose malgrado siano molto levigate; si vedono parecchio le ditate, ma è un prezzo da pagare per avere una superficie di questo tipo. L’assemblaggio è di ottimo livello e in generale si percepisce un prodotto di qualità, curato nei dettagli ed elegante nella linea minimalista.

fg4

La dotazione comprende anche una bella custodia a busta, che non offre alcuna protezione se non quella dai graffi, ma è adatta a essere infilata nella vostra borsa. L’alimentatore, piccolo, leggero e con un cavo della giusta lunghezza completa la dotazione essenziale. Mancano i supporti di ripristino, ma non è un grosso problema: se il disco non è guasto, la procedura nativa di Windows 8.1 funziona egregiamente.

L’equipaggiamento d’interfacce comprende un’USB, una Mini-HDMI e un jack cuffia sul lato destro e due USB e uno slot SD sul lato sinistro; tutte le USB sono 3.0 e una di esse permette di alimentare un dispositivo anche a computer spento. A causa del ridotto spessore, non c’è posto per una porta Ethernet, per la quale si deve usare l’adattatore USB fornito in dotazione. Di solito la velocità di questi adattatori è inferiore a quella dell’interfaccia Gigabit nativa, ma non si tratta di un grande problema: nell’uso normale non ci si accorge della differenza e il portatile è molto reattivo. Gli ambiti in cui vi sia necessità di performance sulla banda di rete sono comunque estranei all’utilizzo di questo portatile, ma se fosse comunque necessario un throughput maggiore, esiste una versione di UX305 equipaggiata con un’interfaccia Wi-Fi IEEE 802.11ac: si tratta di uno standard molto recente che arriva alla velocità di targa di 1 Gigabit (se supportato da un access point compatibile).

fg2

In ogni caso le prestazioni della Wi-Fi sono ottime e la rete è molto stabile; ho riscontrato qualche incertezza al momento del ripristino dall’ibernazione, ma in casi sporadici. Per il resto del tempo ci si dimentica di questi tecnicismi, com’è giusto che sia.

L’audio è buono, anche in considerazione del ridotto spessore; naturalmente non ci si può aspettare una gamma di frequenze basse piene e profonde, ma la resa è comunque superiore alla media dei portatili, non distorce e l’audio dei film è molto chiaro.

20150728_135744All’interno, vicino alla tastiera quattro adesivi rovinano la bella linea: li odio e non capisco perché tutti i produttori (tranne sapete chi) continuino ad appiccicare queste cose orribili sui loro computer. Fosse il mio non durerebbero cinque minuti. Le colorazioni disponibili sono tre, le linee sono molto pulite ed eleganti e la scocca è ricavata da un unico pezzo di alluminio.

Lo schermo è ottimo, la risoluzione dell’unità che ho provato è la solita 1900 x 1080, ma esiste un modello che raggiunge un sorprendente 3200×1800; l’angolo di visualizzazione è particolarmente ampio (170° dichiarati). Nell’uso normale la risoluzione e le dimensioni compatte dello schermo mi hanno creato qualche problema: ultimamente la mia vista sta calando e come succede a molte persone della mia età, CTRL “+” è il mio migliore amico; voi invece siete giovani e non dovrete preoccuparvi. Lo schermo è opaco, cosa che ho apprezzato moltissimo: testo, video e foto si vedono molto meglio e senza riflessi che affaticano e rendono meno chiare le immagini. UX305 ha un sensore di luminosità ambientale (disattivabile) che imposta la retroilluminazione al valore ottimale, contribuendo al confort e alla praticità d’uso. Non c’è alcun appiglio per aprire lo schermo e la leggerezza del portatile rende a volte difficile l’apertura perché a volte si tende a sollevare il computer invece che aprirlo.

Un grandissimo “NO” è la mancanza di un LED per l’attività del disco: è una scelta folle che non piace a nessuno, e le economie di scala che si possono realizzare eliminando un LED dal costo irrisorio non compenseranno mai il fastidio indotto negli utenti. Purtroppo si tratta di un comportamento comune a molti produttori che mi risulta incomprensibile; a volte è difficile capire cosa sta succedendo con Windows 8, che è un noto “macinatore” di dischi fissi e si rischia di lanciare più volte lo stesso comando con le conseguenze che tutti conosciamo.

A proposito di dischi fissi: l’accoppiata Windows 8 e disco SSD rende il boot velocissimo: è una delle macchine più rapide da spenta a desktop che abbia mai usato; in generale le prestazioni del disco mi sembrano ottime, non ho effettuato alcun benchmark, ma la sensazione è che sia molto veloce.

Gattyny!

(Gattyny!, Anche sul sito di Asus.)

L’alluminio, la snellezza: UX305 non ha ventole di raffreddamento e, grazie al disco SSD, nessuna parte in movimento al suo interno; la macchina non emette alcun rumore e lavorare la notte nel silenzio assoluto è molto comodo. Il calore è smaltito attraverso la superficie metallica inferiore, che può scaldarsi al punto da diventare fastidiosa da tenere a contatto delle gambe e la combo estate / pantaloni corti mi rende particolarmente sensibile a quest’aspetto. Una tecnologia che Asus chiama IceCool mantiene invece più bassa la temperatura della zona su cui poggiano i palmi delle mani per aumentare il comfort.

La tastiera è del tipo a isola, la corsa dei tasti è abbastanza breve (1,5 mm) ma non al punto da essere scomoda; la sensazione dei tasti è ottima, e il suono emesso è molto gradevole. In un portatile di questo livello mi sarei aspettato una tastiera retroilluminata, che invece manca, e, secondo me, è uno dei principali difetti di questo prodotto.

Purtroppo, come spesso accade, il computer è infestato da software assolutamente inutili: antivirus che scadono e chiedono soldi, improbabili lettori multimediali, lettori di e-book che nessuno usa e orribili giochini. Una pratica comune alla quasi totalità dei produttori che ha solo l’effetto di occupare inutilmente preziosa memoria RAM e rendere meno stabile il sistema operativo.

Molto comodo il sistema di Asus “Smart Gesture” per gestire con il touchpad le principali funzioni dell’interfaccia di Windows 8 tramite una serie di gesti ben rappresentati da animazioni molto esplicative; interessante il sistema per controllare le principali funzioni del computer via smartphone, eliminando la necessità di un presenter.

Non si tratta di un computer da “smanettoni”: il fondo è chiuso con una serie di viti Torx e non sembra essere destinato a essere aperto da un utente; per ovvi motivi non ho provato ad aprirlo e non so se RAM, HD e batteria sono sostituibili in autonomia. Vista l’utenza cui quest’oggetto è presumibilmente destinato, non si tratta di una grossa limitazione.

In conclusione Asus ZenBook UX305 è un buon prodotto: velocissimo al boot, molto leggero, maneggevole, ed estremamente portatile. Ha qualche difetto non grave come la tastiera non illuminata e l’espandibilità incerta, ma ha anche molte qualità: l’IEEE 802.11ac (anche se opzionale), la velocità, il display opaco con sensore di luminosità, l’alimentatore compatto, l’estrema leggerezza e un design molto elegante.

Il prezzo consigliato da Asus è di 849 € I.V.A. compresa e UX305 sembra destinato a un’utenza che ne faccia un uso molto “mobile” e più legato al mondo business.

Il mondo sta per finire: per la prima volta da quando esiste questo blog, questo è un post sponsorizzato.

 

9 Commenti

dedioste | #

Se l’eventuale NDA lo permette, “sponsorizzato” nel senso “l’aggeggio è tuo, scrivine quello che vuoi” o altro?

Stefano Canepa | #

Certo che se ste macchine avessero anche un poco più di ram ci si potrebbe fare qualcosa di più che scrivere documenti…

Andrea | #

Nel senso che mi hanno pagato e ho restituito il coso, che vale più del compenso.

dedioste | #

Grazie per la risposta!

Daniele Davoli | #

Io ho recentemente acquistato uno Zenbook UX303LN e concordo in pieno con la recensione.
Ho da aggiungere che ha la testiera retroilluminata!!!( l’ho scelto anche per quello)
Ho installato Windows 10, e a parte qualche piccolo problema di driver relativi alla tastiera retroilluminata che sia accende solo dopo avere fatto il logon, tutto sembra funzionare alla perfezione.

Buon Lavoro

P.S. Un difetto che ho notato ancje altri Asus, e forse qualche frequentatore del blog mi potrà aiutare. In alcune situazioni ho l’impressione di rilevare correnti elettriche sullo chassis metallico….. che sia un problema di alcune prese?

Francesco | #

un difetto che ho trovato rilevante: l’alimentazione avviene attraverso un connettore proprietario; perchè non usare lo standard miniUSB?
Inoltre trovo MOLTO scomoda l’apertura…
Concordo su sw ed adesivi inutili.

Daniele | #

Il connettore non è presente nei normali alimentatori compatibili perchè più sottile. ( ma era così anche nei vecchi netbook ). Per avere un secondo alimentatore ho tagliato e saldato….
In un negozio di elettronica e/o riparazione di computer è fattibile.
Altre marche come HP, spesso non si accendono se non con i propri alimentatori.
Odio anche io gli adesivi, fra poco copriranno anche il monitor….
Buon Lavoro