Andrea Beggi

This revolution is for display purpopes only.

FRITZ!Box 7490

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

fritzbox_7490_front_en_800x350

I prodotti AVM sono una mia vecchia conoscenza: negli anni ’90 ho installato parecchi modem ISDN, e gli AVM erano quelli che funzionavano meglio. Per la mia prima connessione all’internet “moderno” ho usato per un paio di anni una scheda AVM ISDN a 128Kb/s che mi ha dato parecchie soddisfazioni. Per questo quando mi hanno proposto di provare un router AVM di nuova generazione ho accettato con piacere, e adesso vi sto scrivendo attraverso un FRITZ!Box 7490. Come al solito, tutti i dettagli tecnici sono sul sito AVM; si tratta di un prodotto estremamente potente e completo. Come da tradizione della marca tedesca, da sempre molto attiva nel campo della telefonia, ci sono tutta una serie di funzionalità aggiuntive che supportano DECT (fino a 6 telefoni cordless), POTS (due porte per telefono analogico, segreteria o fax) e ISDN (bus S0  per telefoni o centralino ISDN). In pratica FRITZ!Box 7490 può funzionare anche da centralino per piccoli uffici o studi professionali.

fritzbox_7490_anschluesse_it_620x420La connettività è allo stato dell’arte: sono supportate ADSL e vDSL, ci sono 4 porte gigabit ethernet, e la wireless supporta gli standard N e il nuovo AC, velocissimo; completa la dotazione una porta USB 3.0.

Il design e i colori dell’unità sono abbastanza peculiari: la forma arrotondata del frontale e due “pinne” sulla parte superiore la rendono impossibile da impilare. Le spie sulla parte frontale si vedono bene solo se si guarda il router da davanti e da leggermente più in alto, ma non è un grosso problema.

FRITZ BoxL’interfaccia di gestione è “strana” ma non difficile da usare anche se la tipica grafica “tedesca” di AVM non rende giustizia alla quantità e granularità delle opzioni disponibili: diciamo che non ispira rigore e professionalità a prima vista, ma si fa rapidamente perdonare..

La facilità di avvio e prima configurazione sono nella media; nel setup automatico sono presenti i principali provider italiani, ma manca Fastweb. Io ho una connessione Fastweb Joy e i parametri di configurazione sono facilmente reperibili in rete, anche se probabilmente l’operazione potrebbe spaventare gli utenti meno smaliziati. (link1 link2).

Una volta configurato, FRITZ!Box 7490 si comporta benissimo: ci si dimentica di averlo e non c’è bisogno di riavviarlo di tanto in tanto come accade con unità di altri produttori. Il numero di connessioni contemporanee, che spesso rappresenta un punto critico per altri router, è sufficientemente elevato da non causare alcun problema nell’uso di programmi peer-to-peer, la connettività è molto stabile e veloce e le prestazioni leggermente superiori al modem fornito da Fastweb (dato “spannometrico” e senza pretesa di significatività statistica). Le porte Gigabit fanno il loro dovere e sono un plus da non sottovalutare se si collegano NAS e mediaplayer alla propria rete locale. Tutti i più comuni parametri di configurazione (NAT, PAT, DHCP ecc ecc) sono supportati e funzionano egregiamente. C’è una funzione “parental control” abbastanza flessibile che permette di gestire whitelist e blacklist, e la rete è segmentabile per un eventuale accesso “guest”, sia lato LAN che WLAN. FRITZ!Box 7490 espone diverse informazioni diagnostiche sulla connessione che possono essere utili in caso di problemi sulla linea; il livello di dettaglio raggiunge una granularità che non ho mai visto su un apparato SOHO. Come bonus è possibile gestire le connessioni VPN sia per gli utenti che site-to-site.

La sezione Wi-Fi è eccellente; per testare il supporto al protocollo 802.11ac ho utilizzato un dongle USB FRITZ!WLAN Stick AC 430. Le prestazioni sono ottime su tutto lo spettro, dai tradizionali 2,4GHz, ai 5GHz, al 5GHz AC e in questo caso sono quasi confrontabili con quelle del cavo e mi hanno colpito per stabilità e velocità, anche se non ho raccolto dati puntuali. Non ho riscontrato le interferenze che ogni tanto mi capita di trovare con altri access point che ho utilizzato.

La porta USB 3.0 permette di condividere dello storage in rete e di abilitare il servizio Mediaserver per i contenuti immagazzinati; i protocolli supportati sono SMB, FTP e UPnP Audio-Video, oltre al supporto DNLA. Una funzione particolarmente interessante permette di mappare i servizi di storage online che supportano WebDAV e presentarli come se fossero una share di rete: se avete un account ownCloud, è un candidato perfetto per essere usato in questo modo.

Il firmware ha una comoda opzione di autoaggiornamento che funziona egregiamente: alla prima configurazione il sistema controlla la presenza di update e ne propone l’installazione; non ho capito se i successivi controlli devono essere manuali o se c’è una sorta di automatismo.

Insieme a FRITZ!Box 7490 ho testato anche un FRITZ!DECT 200. Quest’ultimo è un dispositivo intelligente che si frappone tra una presa di corrente e la spina di un dispositivo, ne controlla il consumo e permette di gestire accensione e spegnimento sia manuali che impostati tramite una schedulazione. Tutta la gestione avviene tramite l’interfaccia del 7490, che si interfaccia con tutte le periferiche della serie Smart Home tramite il protocollo DECT. Il controllo è possibile anche da uno smartphone con l’apposita applicazione.

In definitiva FRITZ!Box 7490 è un ottimo prodotto, potente, versatile, stabile e molto configurabile. E’ ricco di funzioni e adatto sia all’utente “casuale” che cerca ottime prestazioni da un router e vuole dimenticarsene dopo l’installazione, che ai più esigenti che desiderano avere un controllo particolarmente granulare sulla configurazione; ci sono talmente tante funzioni che non mi viene in mente nulla che sia possibile aggiungere a questo ottimo prodotto. L’interfaccia di gestione è migliorabile, ma è solo una questione estetica. Il prezzo si aggira sui 200 euro: non è poco, ma secondo me li vale tutti.

 

 

9 Commenti

Davide Salerno | #

Ho un fritz!Box 3390 da Luglio e mi trovo perfettamente.

Ora ho bisogno di un Powerline e la tentazione di acquistare una coppia di FRITZ!Powerline 510E è molto forte.

Anche per i Powerline il gioco vale la candela?

michele | #

mi sono accorto solo ora della cookies bar del tuo sito… finalmente ne ho trovata una che vale la pena copiare!

Daniele | #

D’accordo com Michele, grande banner.
Se fossi un esperto tradurrei anche in latino l’inutile testo relativo alla privacy che mi ha fatto mettere un cosulente nelle mie e-mail.
Ormai è onnipresete nella posta che riceviamo.
Insopportabile.
Auguri a tutti

Andrea | #

Salve,
sono da poco passato a Fastweb e non riesco a configurare il mio Fritz 7490 con FAstweb 20mb, ho visto e rivisto le configurazioni però mi sfugge qualcosa, il led VERDE su FRITZ di INTERNET è spento e non riesco ad attivarlo, se qualcuno mi puo’ aiutare ne sarei lieto – BUON ANNO 2016 – Andrea

Alfredo | #

Salve a tutti.
I FritxBox dispongono della funzione LAN “IP ALIAS”?
Grazie, cordiali saluti.

Antonio | #

Vorrei acquistare questo 7490 ..ma ho due domande:
1) funziona con la fibra di tim? Quella che arriva in centrale e poi dalla centrale all abitazione è rimasto il vecchio cavo di rame x intenderci?
2)supporta vpn come nordvpn ad esempio?
Grazie

Andrea | #

Ciao,
1) Sì: io ho Fastweb così.
2) No.
Ciao.

antonio care' | #

Grazie Andrea…..mi sapresti consigliare un ottimo routet che abbia queste due possibilità messe insieme….mi pare d aver capito qualche asus ma non so bene…..grazie