Andrea Beggi

There is a fine line between "wrong" and "visionary". Unfortunately you have to be a visionary to see it.

Vista: [inserire qui un gioco di parole a piacere]

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

C’è stato un po’ di vai e vieni sulle date, ma alla fine pare che Microsoft abbia confermato che la prossima versione di Windows non vedrà la luce prima di tre anni(*).

Devi dire che tra tutti i sistemi operativi rilasciati da MS (e io ho cominciato quando c’era il DOS 2.11), Vista è quello che mi pare abbia incontrato le maggiori resistenze da parte dell’utenza. Intendiamoci, è sempre successo, Win95, Win98, 2000, XP: tutti quanti sembravano peggiori del precedente se si ascoltava la “vox populi”. In realtà non è quasi mai stato così, se si eccettua Win98, che infatti è stato prontamente sostituito da Win98 Second Edition senza troppo clamore, e il fallimento di WinME. Molti si lamentavano di XP, ma parecchie lamentele erano ingiustificate, e l’uscita di un paio di service pack ne ha fatto un sistema tutto sommato robusto. Molti malumori erano sicuramente dovuti al cambio di interfaccia, e all’abitudine che spesso ci rende poco inclini alle novità.

Con Vista, come dicevo, mi sembra diverso. Intanto, checché ne dicano i trionfali comunicati di Microsoft, nelle aziende, almeno in Italia, non lo vuole nessuno; i commerciali fanno i salti mortali per trovare computer ancora disponibili con XP, ed è paradossalmente più semplice adesso che qualche mese fa. I produttori hanno reintrodotto modelli con XP che avevano tolto dal listino proprio per venire incontro alle richieste degli utenti professionali che non vogliono Vista. Con i portatili è un po’ più difficile, molte linee esistono solo con Vista ed in alcuni casi (certi modelli di Sony Vaio) i driver per XP non esistono neppure. Qualche volta si tenta un downgrade, ma spesso è complicato perché il CD di XP non supporta nativamente i controller SATA di cui sono equipaggiati tutti i nuovi portatili, la modalità compatibile ATA impostata nel BIOS “strozza” le prestazioni della macchina e costringe ad acrobazie per installare i driver nativi.

Il mercato consumer mi pare diverso: non credo sia più possibile acquistare un computer con XP, il che ha portato Vista ad avere una maggiore penetrazione presso l’utenza casalinga; non a caso i rarissimi Vista che trovo presso le aziende sono frutto di una incursione al più vicino centro commerciale, e sono spesso equipaggiati con versioni non adatte all’utilizzo aziendale (Vista Home non può far parte di un dominio AD).

Uno dei fattori che rallentano l’introduzione di Vista nel mondo aziendale è una novità: Microsoft è riuscita a infastidire anche chi fa il mio lavoro. I sistemisti non sono mai entusiasti per gli aggiornamenti di sistema operativo, ma prima non lo avevano mai apertamente osteggiato; adesso io e tutti i miei colleghi continuiamo a sconsigliare il passaggio a Vista, e i responsabili IT delle aziende fanno lo stesso.

Cercando di evitare i luoghi comuni, mi sono chiesto quali sono le cause di questa situazione, e mi sono venute in mente una serie di circostanze che rendono Vista così “antipatico”:

  • Non fa nulla di sostanzialmente nuovo. Neppure XP rispetto a 2000, ma almeno XP continuava a fare bene le cose che faceva il sistema precedente, Vista sembra avere incasinato anche le operazioni che si davano per scontate. Non più tardi della settimana scorsa ho avuto problemi ad installare una stampante di rete usata da altre decine di client: Explorer continuava a crashare, benché il driver fosse aggiornato. E’ solo un esempio, ma cose come queste fanno imbestialire chi fa il mio lavoro. Pressoché tutte le “novità” di Vista sono eyecandy, senza una reale ricaduta sulla produttività; tra l’altro nulla di eclatante: OS/X e Compiz sono in grado di fare le stesse cose, e anche meglio.
  • Vista ha fame di risorse: macchine che un anno fa sarebbero state più che dignitose, diventano vecchie carrette ansanti, e considerato il punto precedente, non se ne capisce la ragione.
  • Le cose vecchie sono in posti nuovi: il sistemista sa perfettamente cosa deve fare, ma non trova più l’applet, l’utility, il menu che gli serve, e perde decine di minuti per fare una cosa che normalmente fa in 30 secondi. (Per la miseria: hai fatto un sistema operativo che occupa non so quanti giga, che ti costava lasciare telnet? No, lo devo installare esplicitamente se mi serve. Hai risparmiato una decina di kb, l’utente normale non se ne accorge ma il professionista scuote la testa un’altra volta. Quando devo ricorrere a telnet, spesso vuol dire che sono già avanti con la ricerca del problema e comincio a essere seccato; se non lo trovo mi innervosisco ancora di più.)
  • Incompatibilità dei driver: installare una periferica è spesso una lotteria. Il problema è dovuto alla introduzione di una diversa architettura che ha introdotto, se non sbaglio, alcuni layer aggiuntivi per isolare il kernel dai capricci dell’hardware e dei driver scritti male, e per aumentare la sicurezza. Di per sé non sarebbe male, se non fosse che i produttori non sono stati reattivi come Microsoft sperava e quindi hardware non proprio freschissimo può avere problemi a funzionare. Vista la criticità dell’argomento, forse poteva essere fatto qualcosa per ridurre i problemi, tipo una specie di modalità retrocompatibile contrapposta ad una nativa, ma non sono abbastanza competente per capire se fosse una strada praticabile.
  • Problemi con applicativi di terze parti: se non specificamente indicato come “Vista compatibile”, si assume che qualunque software che funzionava con XP debba avere problemi con Vista.
  • Un generale rallentamento del sistema: pare incredibile che ad ogni nuovo aggiornamento i computer debbano essere sempre più lenti.

Naturalmente mi rendo conto che ci sono anche dei fattori psicologici: chi fa il mio mestiere non vorrebbe mai cambiare nulla, perché ogni nuova release ci costringe ad imparare cose nuove e a trovare nuovi modi per risolvere problemi vecchi. Fosse per noi stareste tutti lì con i vostri bei monitor a fosfori verdi a scrivere cose tipo xcopy c:\dati d:\dati /s /e /c /m /k, invece di trascinare una cartella con il mouse.

Inoltre è sempre più difficile introdurre vere novità: ormai i sistemi operativi fanno tutto e il contrario di tutto, mi riesce difficile pensare anche solo ad una funzione nuova che vorrei integrata in un sistema operativo; spero che in futuro la guerra si combatta sulla semplicità di uso, piuttosto che sulle funzionalità.

Guardando la concorrenza, anche il nuovo OS/X non fa molto di più del precedente, e le poche differenze sono perlopiù estetiche; anch’esso ha esigenza di hardware più potente ed ha avuto qualche problema con alcuni driver. I problemi di stabilità ci sono ma non sono certamente quelli di Vista.

Aspettiamo comunque il rilascio del primo service pack per Vista, che non dovrebbe tardare molto. Per alcuni dei problemi qui sopra non credo ci sia soluzione, si spera almeno che la stabilità sia finalmente migliorata, e che si risolvano i problemi con le reti. Tanto dovremo comunque subire Vista a partire dalla metà del 2008, quando la produzione di computer con XP cesserà definitivamente. Intendiamoci: sono critico perché mi dispiace; io ci devo lavorare e preferirei avere a che fare con un sistema che non mi crea problemi, piuttosto che scontrarmi con un oggetto che fa innervosire me ed esaspera gli utenti.

(Vorrei pregare coloro che di solito commentano con un laconico “passa a linux”, di lasciar perdere per questa volta. So benissimo cosa intendete, ed avete ragione; ma il punto non è questo e se non lo capite è inutile che ve lo spieghi.)

Tags: ,

64 Commenti

nino | #

Perche non pasare a linux?
Ora dovresti farci un post per spiegarcelo! Scherzi a parte dal punto di vista busness non so quanto gap ci sia tra il pinguino e microsoft( appunto dovresti spiegarcelo) ma sono convinto che per il lato home linux sia il meglio! Non sono uno dei tanti integralisti liuxuani però tra avere un sistema sicuro potente intuitivo razionale e facile da usare ed averne uno con i giochi cad cs2 codice chiuso virus richiesta di risorse enormi, io preferisco il primo!non venitemi a dire che linux sia difficile da usare o gestire perchè sarebbe un’offesa all’intelletto umano ubuntu suse mandriva e fedora sono più semplici di xp, se poi passiamo all’usabilità non c’è storia gnome in particolare è eccezionale basta pensare a quando si abbiamo più di 10 finestre aperte con xp impazzisco con linux posizionandole sui desktop virtuali li ritrovo subito. vogliamo forse parlare delle prestazioni e della durata della stesse sono 3 mesi che non riavvio il portatile con ubuntu! i lati negativi sfortunatamente ci sono l’assenza di giochi l’incompatibilità con le webcam o certi tipi di hardware e questo migliora giorno dopo giorno, la difficoltà di gestione di alcuni aspetti del sistema dove è necessaria la riga di comando, difficoltà superabili con un minimo d’impegno e con un minimo di ricerca internet! La leggenda metropolitana che linux sia difficile e incompatibile con tutto e il fatto che per decenni vi siete e ci siamo ritrovati installato di default su tutti i pc lo stesso sistema operativo hanno portato al monopolio psicologico di windows! Certo non so quanto sia fattibile questo ragionamento in un contesto busness ma per chi con il computer scarica naviga scrive e messaggia windows oltre ad essere superfluo è una grande fregatura!

Roberto Osti | #

Non sarò laconico, però ti dico come ho deciso di affrontare la questione MS Vista.

Personalmente il prossimo computer che acquisterò sarà un Mac equipaggiato con Os X 10.5 Leopard. Poi spenderò una cinquantina di Euro per Parallels. Sugli altri pc di casa sono già migrato a GNU/Linux.

In azienda come responsabile EDP tirerò più a lungo possibile con Xp Pro (gli uffici amministrativi sono stati upgradati da 2000 Pro solo nella seconda metà del 2006!). Ho già cominciato a migrare dei documenti Ms Office in formato aperto. Ho messo in piedi due postazioni Windows con OpenOffice.org, incoraggiato dalla resistenza irriducibile dei titolari ad investire moneta in sw e dal pessimo approccio alla suite 2007 di Redmond. Oramai più che consigliare soluzioni sw per aumentare la produttività ed il guadagno, il riscontro lo si trova nel proporre sw gratuiti equivalenti che riducano le spese.

Ho appreso con grande ottimismo e speranza dell’esistenza di Likewise Open, http://www.likewisesoftware.com/community/ che dovrebbe permettere finalmente un’integrazione realmente semplice di macchine GNU/Linux in Active Directory. Rumors giudicano sicura l’integrazione di Likewise Open addirittura nella Ubuntu 8.04. Benissimo… un altro gran bel salto in avanti verso quello che sarà secondo me il futuro. Con calma, eh… intendiamoci, evitiamo per favore di causare pericolosissime crisi di rigetto.

Per quanto sopra e condividendo ciò che hai scritto Andrea, ti dico che anche per me questa volta non si tratta della SOLITA resistenza al nuovo OS di Microsoft, ma ci sono dei segnali nuovi che la casa di Redmond farebbe bene (ma chi dice non lo stia già facendo…) ascoltare.

Roberto

fag | #

non ho mai sentito un mucchio di cazzate come quelle scritte in questo articolo. Andrea, sei di una ignoranza da fare paura!

giorgio | #

Fuori dal coro. Nel senso che non sono di quelli che dice “meglio Xp”. Anzi, io dico “meglio W2k”. La mia azienda non ha mai fatto l’upgrade a XP se non per macchine di produzione particolari. Io, con la maggior parte dei miei colleghi, faccio lo stesso lavoro di 9 anni fa: niente di quanto è stato aggiunto in Xp e in Vista potrebbe realmente aumentare la mia produttività. Non mi è ancora capitato di attaccare periferiche, reti, dispositivi di controllo che avessero bisogno di SO nuovo. Abbiamo aggiornato applicativi anche esoterici (CAD/CAM, scada, gestionali, ecc.) su hw nuovo anche di pochi mesi fa e non abbiamo mai sentito il bisogno di Xp, figuriamoci di Vista. Questo al lavoro. A caso sono passato a Vista (nuovo portatile e quindi…). Il confronto lo posso fare solo con W2000Pro ed è impietoso. Lo stesso portatile, in cui ho installato anche W2000 per provare, è 10 volte più reattivo con il vecchio SO. A parte il fatto che funziona (quasi) tutto (compresa web-cam ed escluso il wi-fi, ma credo sia colpa mia) l’usabiltà generale è incredibilmente peggiorata. Perché le cose semplici devono diventare complicate? Perché deve decidere tutto lui e io non posso capire cosa stà facendo? Perché deve decidere quali colonne visualizzarmi nell’esplorara risorse in base al file che ci caccio dentro? Perché una cartella piena di *.doc deve mettermi le stelline come fossero *.mp3 e io devo cliccare almeno 5 pulsanti per passare alla visualizzazione per documenti. Perché Defender e tutti i suoi compari mi parlano come se fossi deficente? Bho. Io non vedo nessun vero vantagio. Sicurezza? Può essere, ma non credo ci sia niente che un buon firewall o anti-virus, anti-malware, anti-xxx di terze parti non possa combattere. Gestione utenti? Era così difficile implementare un qualcosa di simile a sudo? In definitiva peché devo usare il mio fiammate notebook con una marea di RAM e un mega processore con Vista che come prestazioni e usabilità è perfino peggiore di una vecchia macchina con W2k? Prendo il nuovo hw e ci caccio il vecchio sw e viaggio più veloce e tranquillo.

claudio | #

Enrico, non ho fatto misurazioni precise, sorry, ma posso assicurare che quando utilizzo un pc con vista la lentezza e’ mooolto evidente, in particolare sui portatili.

Sul bancone ho collegato un XP con un vecchio AMD (quelli senza NB) scheda video separata e 768MB ram… Ed il confronto e’ impietoso.

Su quale sia la ragione, driver penosi, SO bradipo o congiunzione astrale poco importa la realta’ e’ quella.

certo che con un quantitativo di ram di 2GB gli accessi all’HDD vengono sedati, fin quando non serve ram per altri usi oltre alla cache.

L’avvio, la prima apertura di un prg, l’accesso ad Inet sembrano, su di un pc economico, nella melassa.

Anni fa il mio “portatile” ha avuto la grazia di avere un driver video per XP funzionante quasi 3 anni dopo l’acquisto e NON attraverso i canali ufficiali.
http://allarovescia.blogspot.com/2007/05/installazioni.html

Nulla vieta che si stia replicando visto il fatto che il supporto per molte cose, come hdmi (la presa per il collo) sembra impossibile da attivare correttamente….

Sicuramente entro natale i pc sotto i 5/600 euri avranno 2/4GB di ram Processori toghi, driver seri e, sopratutto, chipset performanti, ma saranno ormai passati 2 anni.

Nulla di nuovo sotto la nostra beneamata stella.

EnricoG | #

Claudio, gia’ adesso con 700 euro ti porti a casa un portatile con 2 GB di RAM e CPU piu’ che sufficiente per Vista, non serve aspettare Natale ;-)

Guarda, che ci possano essere PC sui quali Vista risulta super-bradipo non lo metto in dubbio, ma non pensare che quella sia la regola.

E poi comunque credo che il punto non sia tanto su come va Vista sui PC “vecchi” ma come va su quelli sui quali e’ preinstallato, e su quelli di solito eliminato il bloatware tipo Google Desktop (sotto Vista fa dei danni ineguagliabili) o l’antivirus X, Y o Z le cose tornano normali.

Alla fine se prendo un PC nuovo con Windows, che ci sia XP o Vista non c’e’ differenza di prezzo significativa, quindi quello che andro’ a vedere e’ se fa quello che mi serve, e sinceramente tutto questo polverone che Vista avrebbe dei limiti rispetto a XP e’ puro FUD.
Non ti dico quanta gente crede ancora che Vista “cancelli” gli MP3 scaricati illegalmente o impedisca di far girare eMule o uTorrent, alla fine e’ quasi sempre quello il motivo per “sparlare” di Vista ;-)

Ermanno Lucchini | #

Una cosa che non e’ uscita fuori nei vari commenti e’ che parte della supposta lentezza di Vista non e’ “colpa” di Vista stesso. TUTTE sottolineo TUTTE le maggiori case produttrici riempiono i PC preinstallati con schifezze (scusate l’eufemismo) simil pubblicitarie o di framework migliorativi pesanti come macigni (vedi l’E di Acer) che si piazzano in esecuzione automatica o come servizi. A prove sul campo fatte di clienti che lamentavano lentezza, una reinstallazione completa SENZA orpelli aggiuntivi di terze parti (mantenendo quelli di Vista pero) il sistema letteralmente volava con tempi di caricamento inferiori a 30 secondi e una reattività adeguata alla classe della macchina. Certamente questa operazione e’ dai produttori MALVISTA visto che se non si ha un disco di istallazione (non di ripristino) non si puo’ fare.

astroplan | #

Va bene, lo ammetto… sarei tentato di dire, stiamo fermi!

Mi considero quasi reazionario per quanto riguarda alcune decisioni sull’informatica aziendale e professionale… (“if it ain’t broke, don’t fix it”: il mio W2K SP4 rivisto e corretto ancora vola!)

Ma sulla riscrittura dei layer HAL e della sicurezza fino a livello delle API in VISTA era UN MUST contro l’(e)XP(erience),W2K, etc. etc. colabrodo con Internet Explorer 5.x e 6.x (“il BUCO in persona”))… la rottura è importante, necessaria e sembra anche abbastanza minima come disagi rispetto al distacco dei diritti di accesso diretto da parte delle applicazioni alla memoria riservata SO ed alla introduzione di address pointer dinamici per i servizi SO.. la “pelle” di VISTA è proprio il minore dei cambiamenti.

Mi meraviglio dei sistemisti che non vanno di corsa ad approfondire questa sezione, piuttosto che lamentarsi della GUI cambiata (come abbiamo imparato cento, una in più, bah!).

E poi, mettete VISTA in modalità classica e fine del AERO con i sui effetti speciali da GFU pompata.. o cambiate almeno qualche scheda grafica! Ma sui layer del sistema operativo… l’unica è FARE IL SALTO, magari non proprio subito (aspettiamo anche SP2 magari?)… ma almeno per i notebook che vanno in giro su wifi pubbliche… ASSOLUTAMENTE SUBITO… tornano in ufficio con tutta la sicurezza compromessa!

QUINDI: AMEN XP, W2K et varie… oppure “passa a Linux”

Marpa Notor | #

(http://tinyurl.com/29t5am)

- Delete programs you never use
(cancella i programmi che non usi)

-Limit how many programs load at startup
(limita i programmi caricati al via)

-Defragment your hard drive
(deframmenta il tuo disco duro)

-Clean up your hard disk
(tieni pulito il tuo disco duro)

-Run fewer programs at the same time
(avvia pochi programmi simultaneamente)

-Turn off visual effects
(disabilita gli “effetti speciali”)

-Restart regularly
(riavvia regolarmente)

-Add more memory
(aggiungi moduli di ram)

-Check for viruses and spyware
(controla virus & spyware)

-Check your computer’s speed
(controla la velocità del tuo picci)

-Disable services you don’t need
(disabilità i servizi non necessari)

-Don’t settle for slow
(questa non riesco a tradurla ma forse e meglio cosi)

MORALE:

Per usare (S)Vista come home picci da requisiti consigliati in fase di acquisto occore dotarsi di un computer che potrebbe bastare per fare da server a un medio centro di elaborazione dati, con una dotazione hardware da fantascienza, con ram in quantità industriale e tutto over the top e poi visto che comunque le prestazioni fan cagare i consigli della “mamma” sono quelli partoriti sopra???
Ma c’è ancora chi vuole sto (S)Vista????
Lunga vita a XP dovendo restare in ambito M$…… con lo stesso picci e una distro linux ci fai:

- lasci sopra anche non usati qualche centinaio di programmi di default della distro più altre decine installati in seguito
- non limiti proprio un cazzo di nulla di quello caricato al boot in nome della velocità
- non deframmenti il disco duro
- non ho l’obbligo di tenere pulito il disco duro perche lo fa da se con filesystem decisamente migliori
- avvio simultaneamente n programmi e non mi swappa nemmeno
- non devo disabilitare effetti speciali inutili perchè non sono una feature su cui si è fatto un grande battage pubblicitario
- non devo riavviare mai se non lo voglio io
- la stessa quantità di ram mi basterà probabilmente per tutta la vita del picci
- virus & spyware? cosa sono?
- controllo la velocità del mio picci? E perche mai? va benone, è performante e il contachilometri marca i 130 di legge!!!
- disabilità i servizi… quello lo faccio da quando uso il picci e non perchè mi serva a velocizzare ma solo perchè di farmelo mettere in culo da qualche hacker non mi piace molto!

Bill… diciamocela tutta… con sto (S)Vista avete partorito una gran cagata!!!!
(per inciso oggi ho consegnato al legittimo proprietario un portatile acquistato a Dicembre a cui è stato sradicato SVIsta per rimpiazzarlo con XP con somma gioia e gaudio ed è il terzo lavoro del genere in un paio di mesi… orologio alla mano ci metteva circa SETTE minuti per essere pronto a lavorare… )

Cristian Conti | #

Dove lavoro io abbiamo ancora macchine con Windows 2000 e abbiamo iniziato solo l’anno scorso ad installare XP: so che vi sembrerà una follia ma se considerate un parco macchine di quattrocento unità che fino a quest’anno vedeva ancora negli uffici dei pentium II 400 e diversi pentium III 700, capirete che non se ne sentiva la mancanza, nonostante le proteste degli utenti che non si sentono fighi abbastanza, finchè non gli dai qualcosa di nuovo.

Anni fa dicevamo le stesse cose di XP, con problemi di lentezza sulle macchine un po’ più vecchie e problemi con i driver, ma questa volta non credo che i produttori di hardware si impegneranno tanto per effettuare tutto quel lavoro: oggi una stampante se si rompe la si compra nuova , perché costa meno del cambio totale delle cartucce, idem se bisogna stare ad impazzire per installare uno scanner vecchiotto che non ne vuole sapere di funzionare con Vista.
Rivoluzionare l’interfaccia per dire “ok, è tutto nuovo” quando in realtà non è vero è desolante (xp ha quella bellissima funzione “visualizzazione classica”).
Il mio portatile di un paio d’anni fa regge Vista abbastanza bene (lo uso per obbligo professionale) ma odio il fatto che il lettore O2Micro delle schede di memoria non abbia ancora un driver.

Armando | #

Ho provato tutte e tre le release di VISTA ( Home Basic , Home Premium ed infine Ultimate )

Bene , cioè male : soldi spesi per avere un SO orrendo , pieno di issues , blocchi del sistema , cursore del mouse che si bloccava , necessità di resettare e quindi schermo nero che mi chiedeva se volevo proseguire normalmente oppure in modalità provvisoria… Un calvario !
Preciso che il mio PC è dotatissimo ed ha superato di larga misura il test ” VISTA ready ”
Un bel giorno , vinto dall’esasperazione , ho riformattato il disco fisso . File system NTFS ovviamente , e ho installato il mio buon vecchio Windows XP Pro.

E’ una cannonata !!!!

Saluti a tutti , e grazie per l’ospitalità

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>