Andrea Beggi

I may not have gone where I intended to go, but I think I have ended up where I intended to be.

Importare da Splinder a WordPress

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Infastidito dal sottoscritto, l’uomo-PHP ha modificato l’eccellente plugin di Terenzani, ed ha prodotto un nuovo importer. Dai primi test sembra funzionare egregiamente, malgrado sia ancora in alfa. Durante il fine settimana ho un paio di blog da migrare (e che blog!), ed avrò maggiori riscontri.

Per adesso, ecco come migrare da Splinder a WordPress.

  • L’importer è affamato di risorse, vi consiglio di non usarlo su una installazione online per problemi di prestazioni, inoltre potrebbe fallire se il vostro provider limita le query al database nell’unità di tempo. E’ meglio procedere con l’installazione di WordPress in locale. Si trovano parecchi post al riguardo, anche io ne ho scritto. Attenzione: avrete bisogno di PHP5 con estensione cURL abilitata, altrimenti l’importer non funzionerà. Io ho tagliato la testa al toro e uso il mio server Ubuntu.
  • Configurare il blog su Splinder per l’operazione. Attivare l’impaginazione del blog. Dal menu Configura –> Impaginazione –> Attiva la paginazione del blog: spuntate la voce “Sì”. Impostate il numero di post per pagina a 30, per velocizzare l’importazione. Cambiare il formato dell’ora. Dal menu Configura –> Impaginazione –> Formato dell’ora, selezionate il formato simile a questo “29/10/2006 18:30″. Attenzione: cambiate il formato dell’ora, non quello della data. Sostituite il template di Splinder utilizzando quello indicato da Fullo, e riportato anche nel file di importazione. Ricordate di salvare prima il vostro, se non utilizzate un template standard.
  • Importazione da Splinder: copiare l’importer nella cartella /wp-admin/import. Andate in Gestione –> Importazioni –> Splinder e inserite l’indirizzo del blog da importare.
  • Se avete fatto le cose per benino, vedrete scorrere una serie di rettangoli con i dettagli dei post che si stanno importando. Terminato il processo, controllate che sia tutto a posto: accenti, date, codice html nei post, commenti ecc ecc.
  • Adesso siete pronti per l’installazione online di WordPress sul vostro dominio.
  • L’ultimo passo è il salvataggio del db locale, e la reimportazione online.

Per alcune considerazioni operative, rileggete qui.

Nota importante: Al termine di questa procedura, prima di fare qualunque altra cosa, è necessario inserire l’url corretto del blog, editando la tabella wp_options nel campo option_value della riga nella quale option_name è siteurl. Si riconosce facilmente perché contiene qualcosa tipo http://localhost, che va cambiato con l’url corretto del blog. Fatto ciò, si può accedere al blog e impostare l’indirizzo corretto anche nel valore “Blog address (URL):” in Options –> General.
Questo perché l’importazione del db si porta dietro anche l’url del blog che punta all’installazione locale, e il valore va corretto altrimenti non funziona nulla.
Ho dovuto utilizzare l’importazione diretta del database, poiché il nuovo formato WXR di esportazione di WordPress produce un file molto pesante (non è compresso), che difficilmente si riesce a reimportare nel nuovo blog, a causa delle limitazioni sulle dimensioni dei files in upload imposte da PHP.

Stay tuned: nel weekend procedo ad un paio di importazioni…

Aggiornamento: Il plugin funziona bene. Durante il weekend sono stati migrati i blog di PM10 e Catepol. Le loro nuove case sono: www.pm-10.net e www.elearningpertutti.org/catepol. L’unico problema che non siamo riusciti a risolvere riguarda la connessione internet. A casa mia il plugin non riesce ad importare alcuni post, ed altri li raddoppia, mentre da Fullo funziona tutto perfettamente. Non dipende dal server perché ho provato con due macchine diverse. Potrebbe essere la banda, visto che la mia connessione è un po’ più veloce di quella di Francesco. Idee?

Aggiornamento 2: La versione attuale, la 0.6.5 ha risolto un problema di importazione dei post con i caratteri speciali, e sembra funzionare perfettamente. Chi è il prossimo?

56 Commenti

Andrea | #

La risposta è facile: no. 🙂
(o perlomeno non direttamente)

Lola | #

Uhm, sai che qualcosa me lo diceva? Comunque, grazie, non mi sarei mai aspettata tanta solerzia! 😀

Paolo | #

Umpff, non so se per colpa mia o se Splinder ha cambiato qualcosa (notizie a tal riguardo?), fatto sta che riesco ad esportare SOLO i primi 30 post 🙁

Dopo vari (e vani) tentativi, sono giunto alla conclusione che migrerò i primi 30 post, li cancello, migro i successivi 30 (che a quel punto saranno diventati gli ultimi 30 😉 ), e così via.

Lungo ma funzionale 😉

By the way, grazie dell’articolo: lo script funziona alla grande! 🙂

Paolo | #

Sei TROPPO il migliore: GRAZIE! 😉